Emilia Romagna: 6.500 sfollati, 58 scosse in poche ore

Ore 13:58. dalle ore 20:00 di ieri alle 7:00 di stamani sono state registrate ben 58 scosse, la più forte di magnitudo 2.7 con epicentro a Finale Emilia, proprio qui circa 2.000 cittadini hanno passato la loro settima notte in tenda o nei centri d’accoglienza, molti anche i cittadini che in questi giorni hanno deciso di usare auto e roulotte parcheggiate vicino le loro abitazioni per usarle il meno possibile. La paura è costante in queste zone, tra Modena e Ferrara si contano almeno 6.500 sfollati e nonostante il lavoro di decine di uomini che stanno tentando di restringere le così dette “zone rosse” e permettere ai cittadini un progressivo ritorno alla normalità la situazione sembra essersi cristallizzata.

Proviamo a snocciolare qualche altro dato per consentire al lettore di farsi un idea della situazione in queste zone parlando del grande danno economico subito da decine di aziende. Basti pensare che si contano danni di almeno 250 milioni di euro per il solo settore agroalimentare.
Il consorzio Aceto Balsamico di Modena ad esempio ha comunicato che a causa del terremoto sono state danneggiate quasi tutte le acetaie di Modena con quale si produce l’Aceto Balsamico tradizionale Dop e l’Aceto Balsamico Igp, si stima in tutto un  impatto economico tra i 10 e i 15 milioni di euro.
La situazione non è migliore per i produttori di Parmigiano Reggiano, centinaia di scalere, le grandi scaffalature di stagionatura, sono collassate sotto le scosse facendo cadere a terra migliaia di forme dal peso di 40 chili l’una. In questi gironi il Consorzio di Tutela sta cercando di vendere il  Parmigiano Reggiano “terremotato”, già stagionato e controllato dal, in tagli da un chilogrammo e al prezzo di mercato fissato dal caseificio di origine, per evitare distorsioni, speculazioni ed ulteriori perdite economiche.
Sarà possibile acquistare il Parmiggiano in questione in vari punti vendita sparsi per il territorio, a partire dal Punto di vendita di Campagna Amica di Modena in Via Vignolese 82/86, dalle 9.30 alle 20 (orario continuato) ma anche nei mercati di Campagna Amica del quartiere Modena Est in piazza Liberazione (dalle 14.30 alle 18.30) e nel punto vendita bioglam, stand 29 mercato Albinelli del vial Albinelli a Modena (dalle 9.00 alle 13.00).
Sempre da oggi il Parmigiano Reggiano sarà in vendita anche a Ferrara, nei punti vendita di Orto Amico in via Canapa 72 (aperto solo oggi) e in via Garibaldi 1 (aperto anche domenica mattina).
La Coldiretti ha precisato che le forme irrecuperabili saranno destinate alla produzione di formaggio fuso, è qui che si concentrerà la perdita economica maggiore in quanto e’ andato perso il 70 per cento del parmigiano che ha fino a tre mesi di stagionatura, il 50 per cento di quello fino a nove mesi e il 40 per cento del formaggio che ha fino a dodici mesi.

Enrico Ferdinandi

26 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook