Falco scova le auto senza assicurazione; soddisfatti agenti e cittadini

Falco scova le auto senza assicurazione; soddisfatti agenti e cittadini

falco193_2FERMO – Tempi duri per chi circola senza assicurazione o senza aver fatto la revisione: il ‘falco’ in dotazione alla polizia locale fermana sta funzionando a dovere e in 5 mesi di attività ha scovato 408 casi di mancata revisione e 92 veicoli sprovvisti della regolare copertura assicurativa: un risultato importante, che difficilmente i sistemi tradizionali di controllo avrebbero potuto garantire.

Soddisfatto il vicecomandante Stefano Muccihini: “I cittadini hanno molto apprezzato il fermo dei veicoli sprovvisti di assicurazione, ritenendoli una minaccia all’intera collettività. Sono stati molti i conducenti che, senza patente di guida per provvedimento di sospensione o per mancato rinnovo, hanno dichiarato generalità di parenti e sono stati smascherati grazie all’azione combinata degli agenti in strada e gli operatori in centrale, che non hanno mai fatto mancare il supporto a chi lavora in prima linea. Il personale è stato ben disposto al servizio e diversi agenti si sono particolarmente distinti i alcuni episodi specifici, tanto da meritarsi una menzione”.

Il ‘falco’ – o targa system – opera già da tempo in diversi comuni dello stivale e consente agli agenti di ‘puntare’ una vettura in transito e scoprire in pochi attimi se l’auto è regolarmente posseduta, assicurata e revisionata.

Attraverso uno scanner, il dispositivo invia l’immagine ad un database che processa l’input in ingresso confrontandolo con le proprie informazioni. I dati che contengono il responso sono inviati in breve tempo ad una seconda pattuglia appostata più avanti rispetto al ‘falco’, così da fermare i veicoli a cui è stata riscontrata un’irregolarità.

Chi viene trovato in possesso di un’assicurazione scaduta subisce una sanzione che può variare da un minimo di 841 fino ad un massimo di 3mila euro. Per la mancata revisione, la multa va da 155 a 624 euro. Una volta rilevato l’illecito amministrativo, sul libretto viene applicato un ‘bollino’ con relativo numero di verbale e data dell’infrazione: la sua presenza indicherà che il veicolo sottoposto al controllo non era in possesso della revisione e vieta di fatto al mezzo di circolare finché il proprietario non provvede ad evedere gli obblighi di legge.

Davide Lazzini
26 giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook