Trovata lettera minatoria con proiettile indirizzata al sindaco Marino

Trovata lettera minatoria con proiettile indirizzata al sindaco Marino

ignazio-marino-il-sindaco-di-roma-in-bici-che-non-ci-fa-piu-sognareROMA – “Funziona bene sennò questo è per te”: termina così il breve messaggio che accompagna un proiettile calibro 9 inserito dentro a una busta indirizzato al sindaco Ignazio Marino. A intercettare il pacco sono stati gli uomini della Polaria di Fiumicino, che ieri hanno individuato una busta sospetta al centro di smistamento postale dell’aeroporto.

Il plico, ispezionato su ordine del pm della procura di Civitavecchia, è stato sequestrato dagli agenti della Polaria e conteneva, oltre al proiettile, un manoscritto dal tono intimidatorio: “Caro sindaco, lascia in pace l’antiabusivismo che la gente ha fame. Pensa ai corrotti che hai intorno. Questo è un avvertimento. Noi sappiamo tutto di te e della tua famiglia. Funziona bene sennò questo è per te”. La busta, regolarmente affrancata, riporta il nome di un mittente, tale Antonio Cavallo.

Poco dopo il rinvenimento della lettera minatoria, gli agenti hanno attivato la vigilanza di fronte alla residenza di Marino in attesa che la Prefettura decida di stabilire una maggiore sicurezza per il Sindaco, che già dispone di un servizio di controllo effettuato dagli agenti della polizia locale di Roma e di una sorveglianza discreta davanti casa.

Marino, dopo essere stato messo al corrente dell’episodio, ha commentato brevemente dicendo “È ovvio che andremo avanti su tutto”. Marco Miccoli, deputato romano del Pd, appena saputo di quanto accaduto ha espresso solidarietà al Sindaco, così come il senatore del Pd Vannino Chiti: “Gesti vili come questo qualificano chi li mette in atto. Non vanno sottovalutati nel clima di violenza che si va diffondendo e nella lotta all’illegalità che deve andare avanti con fermezza. Conosco Marino e sono certo che il sindaco di Roma non si farà intimidire nel difficile lavoro che sta portando avanti”.

Matteo Salvini, pur riconoscendo che si sia trattato di un gesto vile, non rinuncia a dire la sua sull’operato del primo cittadino della capitale: “I proiettili non fanno parte di un dibattito civile quindi chiunque ragioni con i proiettili, le minacce o la violenza è un cretino e i cretini vanno o curati o arrestati. Detto questo, che Marino non sia evidentemente all’altezza di fare il sindaco di Roma lo hanno capito anche gli extraterrestri, quindi non capisco perché si ostini a voler mantenere una poltrona che non è in grado di gestire”.

Davide Lazzini
25 giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook