Papa Francesco a Torino: visita la Sindone, “immagine dei sofferenti e perseguitati”

Papa Francesco a Torino:  visita la Sindone, “immagine dei sofferenti e perseguitati”

 In questi giorni si sta svolgendo a Torino la visita di Papa Francesco in occasione dell’Ostensione della Sindone e del bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco.
Il Santo Padre durante i suoi incontri ha toccato diverse tematiche forti e attuali, come la disoccupazione e la castità.
Il Pontefice ha pertanto dichiarato la sua vicinanza ai giovani disoccupati e ai precari, mettendo in evidenza il ruolo fondamentale del lavoro nella vita umana, tema già trattato nella sua enciclica «Laudato si’».
In un raduno con i giovani, ha invitato invece i ragazzi a vivere un amore puro e casto, privo di interessi.
Ha ripreso, inoltre, le parole di Pier Giorgio Frassati, rivolgendo ai giovani il suo appello a vivere e non a “vivacchiare”, a essere creativi e misericordiosi, generosi verso il prossimo, soprattutto se povero e bisognoso di aiuto.
Il Pontefice ha anche dedicato una parte della sua visita ai malati del “Cottolengo”, infondendo coraggio ai pazienti della casa di cura e invitando tutti a non considerarli degli scarti e degli emarginati, ma membra preziose della Chiesa, da amare con tenerezza e da assistere con fede.
Il Papa ha, infine, ricordato le tante vittime delle guerre, esortando i governanti a smettere di lottare l’un l’altro, stipulando una vera pace tra le Nazioni.
Questa mattina il Santo Padre ha invece, per la prima volta nella storia, visitato un tempio valdese, ricevendo una gioiosa accoglienza dal pastore e dai fedeli.
Nel corso della mattinata, Papa Francesco incontrerà alcuni parenti piemontesi, con i quali celebrerà la Santa Messa e pranzerà nell’Arcivescovado.

Di seguito il programma delle due giornate di visita del Santo Padre a Torino:

Domenica 21 giugno

Ore 8

Arrivo all’aeroporto di Torino Caselle
Il Santo Padre è accolto da:
– S. E. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino
– On. Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte
– Dottoressa Paola Basilone, Prefetto di Torino
– On. Piero Fassino, Sindaco di Torino
Trasferimento in auto a Piazzetta Reale. A piazza Rebaudengo il Santo Padre sale sull’auto scoperta

Ore 8.30

Piazzetta Reale: Incontro con il mondo del lavoro
Saluti di un’Operaia, di un Agricoltore e di un Imprenditore
Discorso del Santo Padre
Terminato l’incontro, il Santo Padre entra a piedi nella Cattedrale

Ore 9.15

In Cattedrale: Preghiera davanti alla Sindone e breve sosta davanti all’altare del Beato Pier Giorgio Frassati
Sono presenti: suore di clausura e sacerdoti ospiti delle case del Clero della Diocesi, il Capitolo dei canonici, la Commissione Sindone, alcuni parenti del Beato Piergiorgio Frassati, il Cardinale Poletto e i vescovi della Conferenza Episcopale Piemontese e Valdostana

Ore 10

Il Santo Padre lascia la Cattedrale e si reca in Piazza Vittorio

Ore 10.45

Piazza Vittorio: Concelebrazione eucaristica
Omelia
Angelus
Ringraziamento di S. E. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino
Al termine della celebrazione eucaristica, il Santo Padre raggiunge in auto l’Arcivescovado
Lungo via dell’Arcivescovado sono schierati, al passaggio del Santo Padre, i Militari dell’attigua Scuola di Formazione

Ore 13

In Arcivescovado: pranzo con i Giovani detenuti del Carcere minorile “Ferrante Aporti”, alcuni immigrati e senza fissa dimora e una famiglia Rom

Ore 14.30

Il Santo Padre lascia l’Arcivescovado e si reca al Santuario della Consolata

Ore 14.40

Santuario della Consolata: Visita e preghiera in privato
Nel santuario sono presenti i sacerdoti ospiti della Casa

Ore 14.45

Il Santo Padre esce dal Santuario e si trasferisce alla Basilica di Maria Ausiliatrice

Ore 15

Basilica di Maria Ausiliatrice: Incontro con i Salesiani e le Figlie di Maria Ausiliatrice
Sul piazzale antistante la Basilica il Santo Padre saluta i giovani educatori e animatori degli oratori
Saluti di Don Angel Fernández Artime, Rettor Maggiore dei Salesiani, e di Suor Yvonne Reungoat, Superiora Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice
Discorso del Santo Padre

Ore 16

Il Santo Padre raggiunge in auto il Cottolengo
Chiesa del Cottolengo: Incontro con gli Ammalati e i Disabili
Saluti di Don Lino Piano, Padre della Piccola Casa e di un Ammalato
Discorso del Santo Padre

Ore 17.30

Terminato l’incontro con gli Ammalati, il Santo Padre lascia il Cottolengo e si reca in auto in Piazza Vittorio

Ore 18

Piazza Vittorio: Incontro con i Ragazzi e i Giovani
Saluti e domande di alcuni giovani
Discorso del Santo Padre
Concluso l’incontro con i Giovani, il Santo Padre rientra in Arcivescovado

Ore 19.30

In Arcivescovado: cena e riposo

Lunedì 22 giugno

Ore 8.45
Il Santo Padre lascia l’Arcivescovado e si trasferisce in auto al Tempio Valdese, in Corso Vittorio Emanuele II

Ore 9

All’ingresso del Tempio il Santo Padre è accolto da:
– Pastore Eugenio Bernardini, Moderatore della Tavola Valdese
– Presidente del Concistoro della Chiesa Evangelica Valdese
– Pastore Paolo Ribet
Nel Tempio:
Saluto del Pastore Paolo Ribet
Saluto del Pastore Eugenio Bernardini
Discorso del Santo Padre
Canto Corale, e preghiera del Padre Nostro
Terminato l’incontro, il Santo Padre si trasferisce nel salone attiguo per incontrare una Delegazione e scambio di doni

Ore 10.15

Il Santo Padre lascia la chiesa Valdese e rientra in Arcivescovado
In forma strettamente privata, il Santo Padre incontra alcuni Suoi famigliari; celebra per loro la Santa Messa nella Cappella dell’Arcivescovado e pranza con loro in Arcivescovado

Ore 16.30

Prima di lasciare l’Arcivescovado, il Santo Padre incontra brevemente i membri del Comitato dell’Ostensione, gli organizzatori e i sostenitori della visita

Ore 17

Il Santo Padre parte in auto dall’Arcivescovado e raggiunge l’aeroporto di Torino Caselle. Lungo il percorso il Santo Padre viene salutato dai giovani dell’Estate Ragazzi

Rosella Maiorana
22 giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook