Olimpiadi 2024, Roma vacilla mentre Parigi avanza spedita

Olimpiadi 2024, Roma vacilla mentre Parigi avanza spedita

olimpiadi-roma-2024-renzi-marino-malagò-770x482ROMA – L’ipotesi di candidatura avanzata dalla città eterna per ospitare le olimpiadi del 2024 rischia seriamente di rimanere tale: i recenti fatti collegati a ‘Mafia Capitale’, gli attriti crescenti tra maggioranza e opposizione in Campidoglio e gli scricchiolii della Giunta Marino potrebbero risultare decisivi per orientare la scelta dei 90 ‘grandi elettori’ su un’altra sede ospitante, più precisamente Parigi.

Domani in Campidoglio si svolgerà un incontro che potrebbe rivelarsi decisivo per la candidatura di Roma come città ospitante dei giochi olimpici; proprio per questo motivo alla riunione sono stati invitati anche il presidente del Coni Giovanni Malagò, il capo del comitato promotore Luca Cordero di Montezemolo, il direttore generale Bugno e il vicepresidente Pancalli. La loro presenza in assemblea potrebbe risultare utile a mettere d’accordo i consiglieri e accelerare i lavori perché vengano ultimati entro il 15 settembre prossimo. Stando all’iter procedurale dovrà essere proprio la Giunta – attraverso il Coni – a proporre la candidatura di Roma al Comitato Olimpico Internazionale ma, considerando la situazione odierna, il rischio è di accumulare un ritardo che di fatto impedirebbe di rispettare le tempistiche e farebbe propendere gli elettori a votare per un’altra sede, su tutte Parigi.

Intanto nella capitale francese si va avanti senza intoppi; il sindaco Hidalgo ha indetto una grande festa cittadina che di fatto formalizzerà la candidatura di Parigi come sede ospitante per i giochi del 2024 e proietterà in avanti la ville lumière, che non presenta le criticità emerse invece sotto al Colosseo.

Davide Lazzini
22 giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook