Vertenza Meridiana: domani nuovo incontro

Vertenza Meridiana: domani nuovo incontro

imageOLBIA – Riprende domani mattina all’hotel Sheraton di Roma il confronto tra l’azienda e i sindacati per la cassa integrazione dei dipendenti di Meridiana Fly. L’obiettivo dell’incontro è di firmare il pre – accordo attuativo della Cig per piloti e assistenti di volo, da sottoporre, in tempi brevi, alla ratifica del Ministero del Lavoro. Le parti ora dovranno discutere i criteri della nuova cassa integrazione, che dovrebbe partire il prossimo 27 Giugno e avere la durata di un anno, in seguito all’intesa quadro firmata lo scorso 30 Aprile in sede ministeriale. Al tavolo di domani sono state convocate le sigle Filt-Cgil, Filt-Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Anpac, Anpav e Apm, esclusa l’Usb l’unica a non aver firmato l’accordo dello scorso Aprile. In una nota stampa la sigla sindacale fa sapere che la notizia della mancata convocazione è “Tutt’altro che inaspettata, collocandosi nel solco delle modalità relazionali portate avanti dall’attuale dirigenza societaria in perfetta continuità con un passato a dir poco imbarazzante”. Proseguendo ancora nel comunicato si legge: “Nell’esclusivo interesse dei lavoratori e per non pregiudicare quanto fin qui fatto a tutela del lavoro USB Lavoro Privato ha invitato serenamente tutte le OO/SS e AA/PP a non assumersi la responsabilità di avallare la scelta aziendale di procedere su tavoli separati”. In questo modo la sigla sindacale – “Si dichiara disponibile ad allargare la propria convocazione del 17 giugno prossimo a tutte le RR.SS.AA e livelli nazionali che condivideranno questa impostazione, convinti che un’articolazione di tavolo sia un danno per tutti i rappresentati”.

Rimangono ancora da sciogliere i nodi riguardanti le modalità di erogazione della Cig (a rotazione o a 0 ore) e il rinnovo delle licenze e delle abilitazioni del personale di volo. La proroga della cassa integrazione per un anno concessa dal Governo all’azienda dell’Aga Khan, dovrebbe consentire nel corso dei prossimi dodici mesi di trovare un partener in grado di risollevare le sorti della società con base a Olbia. Al momento si parla di due trattative in corso: una con la compagnia araba della Qatar Airways e l’altra con la britannica Easy Jet.

Marilena Tuveri
16 Giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook