Livorno, getta acido muriatico sul volto di una cassiera della Snai: arrestato 30enne

Livorno, getta acido muriatico sul volto di una cassiera della Snai: arrestato 30enne

imageLIVORNO – Nella serata di ieri, quando da poco erano passate le 22, un trentenne è entrato nell’agenzia Snai di piazza Attias del capoluogo toscano e ha lanciato dell’acido muriatico sul volto di una commessa, una donna di 55 anni.

L’aggressione non è stata per niente casuale. L’uomo, Davide Vecchio, riteneva che la vittima ostacolasse il suo tentativo di intraprendere una relazione con l’amica, una 38enne di Castellina Marittima. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri del nucleo operativo di Livorno, sembra che l’aggressore si sia rivolto alla donna già un anno fa per farsi aiutare a convincere l’amica ad avviare un rapporto sentimentale con lui. Relazione che poi non è mai iniziata semplicemente perché mai corrisposta. Da qui sarebbe però partita la rabbia del giovane che avrebbe così cominciato a minacciare e perseguitare le due donne facendole vivere in un incubo. Numerose sono state le denunce fatte dalle donne alle forze dell’ordine, ma ieri sera c’è stato il drammatico epilogo: l’uomo, dopo essere entrato nel locale ed aver visto le due amiche insieme, ha estratto la bottiglietta di acido muriatico che aveva con sé e ha lanciato il liquido contro la donna 55enne, colpendola in volto – azione sicuramente pianificata.

La vittima è stata prontamente soccorsa e trasportata in ospedale, mentre l’aggressore è subito scappato a piedi. La 38enne ha immediatamente avvertito i carabinieri che si sono messi sulle tracce dell’operaio rintracciandolo e bloccandolo pochi minuti dopo nella sua abitazione. Il giudice ha disposto per lui i domiciliari con l’accusa di lesioni personali aggravate. La vittima ha invece riportato gravi lesioni alla vista e ustioni di I° grado al volto ed ha ricevuto una prognosi di 25 giorni.

Marica Valentini
25 maggio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook