Parcheggia l’auto bloccando l’uscita a un corriere espresso: 52enne picchiato in strada

Parcheggia l’auto bloccando l’uscita a un corriere espresso: 52enne picchiato in strada

20131211_c5_ambulanza_122PADOVA – 25 giorni di prognosi e frattura del setto nasale: questo il pesante dazio pagato da un automobilista reo di aver parcheggiato la sua auto in modo da impedire la manovra al furgone di un corriere espresso. Il conducente rimasto bloccato ha avviato una discussione con l’automobilista 52enne – D. T. – che però è presto degenerata e finita col ferimento di quest’ultimo, malmenato dal focoso corriere.

Il fatto è avvenuto intorno alle 18 di mercoledi, in via De Visiani. T.F., 26enne di origine rumena impiegato come corriere per la ditta Gls, si è trovato la strada ostruita da un’automobile: dopo aver atteso invano che arrivasse il proprietario a spostare il mezzo, ha cominciato a perdere la pazienza ed è sceso dal furgone per cercare di capire di chi fosse quell’auto che gli stava impedendo il passaggio.

Poco dopo essere smontato dal proprio mezzo, ormai nervoso, il corriere è riuscito a trovare l’incauto automobilista, richiamato sul posto dai presenti che stavano assistendo alla scena. Una volta faccia a faccia, tra il 26enne e il 52enne è nata una discussione presto degenerata: dalle parolacce i due sono passati agli insulti e poi allo scontro fisico. Il 26enne avrebbe sferrato un pugno in pieno volto all’automobilista, che a quel punto ha cominciato a sanguinare vistosamente dal naso.

Il 52enne è stato aiutato dai presenti ed ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso, dove è rimasto in osservazione per tutta la notte. La prognosi prodotta dai medici parla di frattura del setto nasale e prescrive 25 giorni di convalescenza. Sul fatto è intervenuto il figlio dell’uomo colpito: “Siamo tutti molto provati per quello che è successo. Abbiamo passato la notte in bianco in ospedale e ora mio papà ha solo bisogno di riposare e di dimenticare questa brutta avventura”. Intanto il corriere 26enne rumeno è stato denunciato dalla polizia, anch’essa intervenuta sul luogo dello scontro.

Davide Lazzini
24 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook