Foto choc: tunisini rimpatriati con scotch sulla bocca

Sempre più spesso i social network diventa piazza dove denunciare pubblicamente ciò che non rispetta le norme del buoncostume. Oggi sta facendo il giro d’Italia la foto che ritrae alcuni immigrati tunisini rimpatriati dalla nostra polizia con nastro marrone (quello usato per i pacchi) a chiudere la bocca e fascette di plastica per bloccare i polsi.
Metodi di certo in contrasto con quelli che ci aspetterebbe di vedere in un paese civilizzato come il nostro e che non sono passati inosservati agli occhi degli utenti di Facebook che poco dopo hanno commentato il gesto nell’apposita pagina di denuncia creata sul social network da Francesco Sperandeo, uno dei passeggeri del volo Roma-Tunisi del 17 aprile ore 9,20 Alitalia, che scattando una foto con il suo cellulare ha ripreso il tutto.

Sperandio scrive: “Guardate cosa è accaduto ieri due cittadini tunisini respinti dall’Italia trattati in modo disumano. Nastro marrone da pacchi attorno al viso per tappare la bocca ai due e fascette in plastica per bloccare i polsi. Questa è la civiltà e la democrazia europea. Ma la cosa più grave è stata che tutto è accaduto nella totale indifferenza dei passeggeri e alla mia accesa richiesta di trattare in modo umano i due mi è stato intimato in modo arrogante di tornare al mio posto perché si trattava di una normale operazione di polizia… Normale? Sono riuscito comunque a rubate una foto! Fate girare e denunciate!”.
Attendiamo ora la controreplica della polizia.

Enrico Ferdinandi

18 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook