Preso Marco Quarta, aveva ucciso la ex moglie in Trentino

Preso Marco Quarta, aveva ucciso la ex moglie in Trentino

news_img1_70999_trentino.TRENTO – Marco Quarta, l’uomo ricercato dai carabinieri per aver ucciso l’ex moglie la sera del 12 marzo, è stato arrestato dai carabinieri di Rovigo all’esterno del centro commerciale ‘La Fattoria’ mentre stava salendo sulla sua Skoda, l’auto usata per dileguarsi dopo l’omicidio. Nella serata di ieri, Quarta ha deciso di fare una sosta al supermercato per acquistare del cibo. La mossa si è rivelata sbagliata perché una donna, riconoscendolo grazie alle immagini diffuse sui media, ha chiamato le forze dell’ordine, che una volta sul posto hanno messo fine alla fuga del ricercato.

L’uomo era braccato dagli agenti per l’omicidio di Carmela Morlino, sua ex moglie, uccisa con alcune coltellate a seguito di una lite a Pergine Valsugana. Durante il litigio – l’ennesimo – nato tra gli ex coniugi, i figli di 3 e 6 anni si erano rifugiati da una vicina, che li aveva tenuti con sé per la notte in attesa dell’arrivo dei nonni materni. A dare l’allarme furono gli stessi vicini, che avevano sentito le urla e avevano visto l’uomo fuggire a piedi mentre si liberava di un coltello.

I militari di Pergine, subito accorsi, avevano rinvenuto l’arma, ma di Quarta nessuna traccia. Per bloccare la fuga dell’uomo erano stati allestiti posti di blocco stradali, è stato messo sotto controllo il suo cellulare e le carte bancarie mentre un elicottero ha sorvolato costantemente i boschi alla ricerca del sospettato. Durante le indagini è emerso inoltre che Marco Quarta era già stato denunciato per maltrattamenti contro Carmela, vessazioni che l’estate scorsa gli sono costate il divieto di avvicinarsi alla 35enne di origine pugliese.

La donna è stata ricordata ieri sera con una fiaccolata che si è svolta nelle vie di Pergine Valsugana. Secondo quanto riportato dalle fonti, l’iniziativa è stata promossa da alcuni residenti sia per richiamare l’attenzione su questo caso sia per sensibilizzare l’opinione pubblica sul dramma delle donne costrette a subire violenza.

Davide Lazzini
20 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook