Coppia trovata morta in auto, traballa l’ipotesi omicidio – suicidio

Coppia trovata morta in auto, traballa l’ipotesi omicidio – suicidio

Pordenone-choc-trovati-morti-due-giovani-in-unauto-erano-fidanzatiPORDENONE – Due persone sono state trovate morte all’interno della loro auto nel parcheggio del Palazzetto dello sport di Pordenone; entrambe presentavano ferite da arma da fuoco alla testa. Le vittime sono il 29enne Trifone Ragone e la sua compagna, Teresa Costanza, 30 anni.

Il primo ad accorgersi della tragedia è stato un istruttore di judo, che uscendo dal Palazzetto intorno alle 20 di ieri ha notato un’auto nel parcheggio con i vetri in frantumi; insospettito, l’uomo si è avvicinato al veicolo ed ha scoperto i due corpi all’interno. Senza perdere tempo, è stato dato l’allarme alle forze dell’ordine, che sono giunte sul posto ed hanno avviato i rilievi per stabilire le dinamiche.

Inizialmente da più parti si è parlato di omicidio – suicidio ma, in base agli elementi raccolti, gli agenti ipotizzano che i due siano invece stati uccisi da qualcuno. Ad alimentare questa prospettiva il fatto di non aver rinvenuto l’arma del delitto – probabilmente una calibro 7.75 – e la presenza di alcuni bossoli all’esterno della vettura. Carabinieri e scientifica preferiscono comunque mantenere il massimo riserbo.

La coppia, secondo le testimonianze di alcuni amici, era affiatata e tra loro non c’era alcun dissapore. I due vivevano a Pordenone da circa un paio di anni; Trifone Ragone, originario di Monopoli, era Sottufficiale dell’Esercito in servizio al 132/o Reggimento Carri di Cordenons mentre Teresa Costanza, di Agrigento, si era laureata alla Bocconi nel 2010 in Marketing Management e lavorava alle Assicurazioni Generali.

Davide Lazzini
18 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook