Giovane accoltellata in un campo rom, è grave

Giovane accoltellata in un campo rom, è grave

img_0011ROMA – Ieri pomeriggio, una bambina di 11 anni del campo rom di Castel Romano è stata ferita con un coltello da un suo coetaneo. Il taglio al torace, profondo, ha richiesto l’immediato intervento dei sanitari, che hanno trasportato la piccola alla clinica Sant’Anna di Pomezia, dove è stata sottoposta ad intervento chirurgico per una lesione al polmone.

Secondo quanto ricostruito, alcuni ragazzini stavano giocando insieme nel campo. Improvvisamente – però – sembra sia scattata una zuffa tra loro e uno di questi abbia estratto un coltello da cucina, usandolo come arma. I militari hanno identificato la madre del giovane che ha compiuto il gesto, una donna bosniaca, che ora potrebbe dover rispondere di lesioni gravissime e abbandono di minori.

Dopo l’intervento chirurgico, la giovane ferita è stata trasferita all’ospedale pediatrico Bambino Gesù, dove è ricoverata nel reparto terapia intensiva. Francesca Danese, assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, ha fatto visita alla bambina ed ha commentato l’episodio: “C’è un’indagine in corso per chiarire le dinamiche. I bambini non devono giocare mai con i coltelli ma i campi, come ci indicano i quattro pilastri delle politiche comunitarie e le risorse che saranno messe a disposizione, vanno sicuramente superati”.

Davide Lazzini
14 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook