‘Ndrangheta: beni per 9 milioni sequestrati nel Torinese

‘Ndrangheta: beni per 9 milioni sequestrati nel Torinese

dia-630x300

TORINO- La Direzione Investigativa Antimafia di Torino ha eseguito un decreto di confisca di beni emesso dal Tribunale di Torino, che ha sequestrato beni per oltre nove milioni di euro. Si tratta di due villini, tre appartamenti, due autorimesse e un magazzino, situati a Cuorgnè, in provincia di Torino, che attraverso delle intestazioni fittizie sono riconducibili ai familiari di Giovanni Iaria, esponente di spicco della locale ‘ndrangheta deceduto nel 2013. Dalle indagini è emerso che il “tesoro” è stato accumulato attraverso il reimpiego dei proventi illeciti dagli anni 70 fino al 2011, anno del suo arresto.

Secondo le fonti investigative, Bruno Antonio Iaria, zio di Giovanni Iaria, aveva nel tempo intrecciato amicizie in ambienti politici locali, che gli avevano consentito di acquisire conoscenze e appoggi finalizzati alla realizzazione di affari di tipo mafioso.

Marilena Tuveri

19 febbraio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook