E’ morta Lucia Manucci, l’unica donna del famoso “Quartetto Cetra.”

Un altro personaggio dello spettacolo ci ha lasciato questa notte. Molti giovanissimi non la ricorderanno, ma Lucia Manucci era conosciuta come l’unica voce femminile del Quartetto Cetra, salita alla ribalta internazionale dello spettacolo per le canzoni ironiche, la capacità d’elaborazione vocale con testi musicali dello jazz, come lo “swing” che si distingue per il suo ritmo “dondolante” o saltellante.

Lucia aveva 91 anni, ed era nata a Bologna. Con lei scompare così l’intero gruppo dei “Cetra” che era formato dal marito  Virgilio Savona, morto  nel 2009, Giovanni “Tata” Giacobetti deceduto nel 1988 e Felice Chiusano scomparso nel 1990. I quattro artisti italiani hanno raggiunto l’apice del successo in una vecchia e popolare trasmissione televisiva “Biblioteca di Studio Uno” con la regia di Antonello Falqui. Tra le canzoni più famose del gruppo ricordiamo: ” Però mi vuol bene”, “Nella vecchia fattoria. ” Durante la sua lunga carriera, la Manucci è stata anche interprete di numerosi film negli anni 40, e 60. Titolo piu recente: ” La ragazza sotto il lenzuolo” di Marino Girolami, girato precisamente nel 1961. A dare la notizia della morte della cantante il figlio Carlo: ” Hanno formato una delle coppie più longeve del mondo dello spettacolo, Con papà – ricorda il figlio – si erano conosciuti giovanissimi, quando avevano 21 anni. Il loro è stato un grandissimo amore, cosi come la loro intesa artistica e professionale.

Luigi Rubino

7 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook