‘Ndrangheta a Roma, tre arresti e sequestro milionario

‘Ndrangheta a Roma, tre arresti e sequestro milionario

poliziaROMA – Nuovi arresti nella capitale da parte delle forze dell’ordine impegnate nella lotta alla criminalità organizzata: la polizia ha arrestato tre esponenti di vertice della ‘ndrangheta calabrese che agivano nella provincia romana.

I sottoposti a fermo sarebbero appartenenti alle cosche Palamara, Scriva, Mollica e Morabito che, secondo quanto riferito dagli investigatori, avevano “ramificati interessi criminali e imprenditoriali nella zona nord della provincia di Roma e nella Capitale”.

La Direzione Distrettuale Antimafia ritiene che i soggetti finiti in manette siano responsabili di intestazione fittizia di beni, aggravata dal metodo mafioso, e di reati commessi per favorire l’associazione malavitosa per il controllo delle attività illecite sul territorio.

Mentre sono scattate le manette per i tre ‘ndranghetisti, gli agenti hanno proceduto con numerose perquisizioni in varie zone d’Italia e sequestri di attività commerciali, imprenditoriali e di immobili per un valore complessivo che supera i 100 milioni di euro.

Tra le diverse attività cui sono stati posti i sigilli figurerebbero: una gioielleria compro oro, un’azienda di allevamento bestiame, macellazione carni e produzione di latticini e un negozio di ottica.  Numerosi, infine, i conti correnti bancari posti sotto sequestro.

Davide Lazzini
9 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook