Udine, omicidio-suicidio: spara, uccide un finanziere e poi si toglie la vita

Udine, omicidio-suicidio: spara, uccide un finanziere e poi si toglie la vita

 Piancada casa omicidio-suicidioUDINE — Prime dichiarazioni danno come movente di questo omicidio-suicidio una vendetta compiuta in seguito ad una denuncia per violenza sessuale nei confronti di un congiunto, fatta dal militare nei confronti del suo assassino. Quest’ultimo è andato a cercare la vittima proprio a casa sua, suonando al campanello. Siamo a Piancada di Palazzolo della Stella e l’uomo che ha aperto la porta, subito freddato con due colpi di pistola, era Franco Johnny Pavan, un agente di quarantotto anni in servizio di dogana in porto presso la compagnia della Guardia di Finanza di San Giorgio di Nogaro (Udine). A sparare invece Angelo Brocchetta, gioielliere sessantaseienne di Pocenia, piccolo paese della Bassa Friulana, distante pochi chilometri da Piancada, che si è tolto la vita poco dopo.

I due uomini si conoscevano, e la denuncia alla base che ha scatenato la furia omicida era finita in tribunale; Brocchetta aveva subito due condanne, una in primo ed una in secondo grado, oltre ad un obbligo di dimora a Carlino, scaduto nel 2011.

Sul posto sono immediatamente intervenute le forze dell’ordine, Carabinieri e Polizia, oltre a Raffaele Tito, Procuratore capo facente funzioni, e al PM Letizia Puppa. Subito sono state attivate tutte le indagini e i rilievi necessari per stabilire le dinamiche di una tragedia avvenuta nella mattinata di oggi.

 Udine omicidio-suicidioÈ stato proprio Raffaele Tito, Procuratore capo facente funzioni, a ricostruire l’intera vicenda. Sono le 8:00 quando Brocchetta arriva a Piancada utilizzando un’auto a noleggio; aveva con sé non solo una pistola calibro 9 regolarmente detenuta, ma anche del diluente, stoffa e un’accetta. Quando si dirige a casa di Pavan, in via della Laguna, prende solamente la pistola; dopo aver suonato, iniziano le minacce rivolte dall’uomo alla convivente del finanziere, Germana Stel, sentita in seguito dagli inquirenti. Basta un attimo e Brocchetta imbraccia l’arma e la punta verso Pavan, uccidendolo sul colpo. Tempo di spostarsi dietro la casa e impugnare la stessa arma, rivolgendola però questa volta contro se stesso, ponendo fine anche alla sua vita.

Paola Mattavelli
8 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook