Efferato omicidio in Irpinia. Donna sgozzata da un misterioso killer

Un taglio netto alla gola che le ha reciso la carotide uccidendola sul colpo, è morta così Patrizia Klear residente a Grottaminarda, piccolo paesino in provincia di Avellino.
Secondo le prime ricostruzioni la Klear questa mattina si stava recando a casa dei genitori del suo compagno Diego, che lavora come chef in un ristorante italiano a Francoforte.

La donna sarebbe uscita dalla sua abitazione, nella frazione di Carpignano e avrebbe percorso la strada che la separa dalla villetta in cui abitavano i suoceri. Ma, non appena varcata la soglia del giardino, sarebbe stata brutalmente aggredita da un killer armato di coltello che l’avrebbe letteralmente sgozzata.
La madre del compagno l’avrebbe trovata poco dopo distesa nel prato in una pozza di sangue e avrebbe immediatamente chiamato il 118. Inutili i soccorsi, la donna è arrivata in ospedale già morta.
Sul posto, insieme all’ambulanza, sono immediatamente giunti i carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino accompagnati dalla scientifica incaricata di compiere i primi rilievi sulla scena del crimine.
Un omicidio efferato, senza una possibile spiegazione, almeno per ora. Il killer ha teso un agguato alla Klear, l’ha attaccata in modo veloce e letale, squarciandole la gola di netto, poi è fuggito senza essere visto.
Per questo le forze di polizia hanno predisposto numerosi blocchi su quasi tutte strade provinciali e statali dell’Irpinia e in prossimità del casello autostradale di Grottaminarda.
Nel frattempo si indaga sulla vita privata della donna, che sembra non avere nessuna ombra.
Il compagno all’estero per lavoro, la donna cameriera presso una pizzeria della zona, i due avevano un figlio di 6 anni ed erano emigrati da Napoli in Irpinia.

Valentina Vanzini

1 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook