Costa Concordia: defluing sui serbatoi di poppa

Questa mattina sono riprese le operazioni di defluing del carburante, i tecnici delle società Smit e Neri  sono al lavoro dalle sette di questa mattina per prelevare i combustibili presenti nei nove serbatoi di poppa dove si stima che vi sia circa il 17% del totale (ovvero delle 2.400 tonnellate presenti inizialmente sulla nave). È già stato estratto il carburante presente nel primo dei nove serbatoi di poppa.

Fin ora è stato estratto circa il 70% del totale di carburanti. Intanto proseguono anche le operazioni per la ricerca dei dispersi. Le operazioni dei Vigili del Fuoco si concentrano sul ponte 4, dove sono stati trovati i corpi di otto dispersi la scorsa settimana e dove si ipotizza possano trovarsi anche i restanti sette.

Sul fronte della ricostruzione dei fatti in quella tragica notte del 13 gennaio scorso stanno facendo il giro del web le dichiarazioni di  Domnica Cemortan, la 24enne di origini moldave presunta amante del comandante Francesco Schettino che in un’intervista  al Daily Mail ha affermato: “La sera dell’incidente ho baciato Schettino e probabilmente saremmo andati oltre se la nave non si fosse schiantata”. La Cemortan ha rivelato inoltre di esser a cena: “con lui sul ponte quando la nave colpì le rocce” e per la prima volta non difende il capitano: “Sono molto dispiaciuta che così tanta gente sia morta. Forse c’è stato un errore umano, forse il capitano era in qualche modo responsabile, io non lo so”.
C’è da dire che le dichiarazioni della Cemortan sembrano più mosse dalla voglia di popolarità che dalla volontà di farsi cronista di quanto sia avvenuto quella sera quindi ogni frase va presa con le giuste cognizioni di causa.

Enrico Ferdinandi

26 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook