Turisti (non) per caso: arrestati due bulgari con carte clonate

Turisti (non) per caso: arrestati due bulgari con carte clonate

01-logoROMA – Hanno dichiarato di trovarsi in italia per turismo, ma l’unico tour intrapreso dai 2 bulgari fermati dai carabinieri era quello degli sportelli bancomat dell’Urbe. Dopo un lungo pedinamento iniziato nelle vie di Trastevere e concluso in via Nazionale, le forze dell’ordine hanno arrestato i 2 malfattori di 31 e 35 anni con l’accusa di detenzione indebita di carte di credito: con loro avevano infatti 50 carte di credito risultate essere clonate.

I carabinieri del locale comando di Trastevere avrebbero notato la coppia vicino ad alcuni sportelli bancomat; insospettiti da insoliti comportamenti hanno deciso di seguirli durante il loro tragitto. In via Nazionale, all’ennesima sosta a un bancomat, è scattato il controllo dei militari. Durante la perquisizione sul posto sono stati rinvenuti denaro contante e 25 carte di credito contraffatte. I controlli si sono estesi all’albergo in cui alloggiavano, in via San Martino della Battaglia, dove i carabinieri hanno rinvenuto circa 3000 euro ritenuti provento della loro illecita attività, e altre 25 carte clonate.

I 2 sono stati condotti in caserma, dove rimarranno almeno fino al processo in direttissima. Salgono intanto a 32 le persone arrestate – di cui molte, curiosamente, bulgare – dai carabinieri a Roma mentre si accingono ad usare carte contraffatte nei bancomat della capitale; per questi soggetti le accuse vanno dall’accesso abusivo al sistema telematico, alla detenzione abusiva di codici di accesso a sistemi telematici, intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni telematiche e installazione di apparecchiature atte ad intercettare comunicazioni telematiche.

Davide Lazzini
15 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook