Napoli: evade dai domiciliari e si consegna in Questura per liberarsi dalla moglie

Napoli: evade dai domiciliari e si consegna in Questura per liberarsi dalla moglie

poliziaNAPOLI – E’ proprio vero che per la libertà non c’è prezzo, ma a volte si può essere libero, pure stando in prigione.

Questa la conclusione di un 37enne napoletano che ha preferito farsi arrestare e tornare dietro le sbarre, pur di non restare ai domiciliari con la moglie.

L’uomo, dopo essere evaso dalla propria abitazione, dove scontava una pena in regime di “arresti domiciliari”, si è prontamente consegnato agli agenti della caserma di Polizia «Raniero Virgilio» di Napoli, ai quali avrebbe dichiarato di essere evaso dalla misura cautelare alla quale era sottoposto da soli 3 giorni. L’uomo ha spiegato che il motivo dell’evasione consisteva nei continui contrasti con la moglie.

Non solo, ma R.R. è recidivo perchè lo scorso sabato, infatti, era già evaso per lo stesso motivo e, dopo essere stato arrestato e sottoposto a giudizio per direttissima, era stato condannato a scontare 8 mesi con il ripristino della misura.

Gli agenti della Questura napoletana accertato che il 37enne stava continuando a evadere dalla giornata di venerdì 6 dicembre e riferiscono al nagistrato. Ma l’autorità giudiziaria, informata della vicenda, nonostante sia fuori dal comune, ne disponeva però l’ulteriore ripristino della misura cautelare.

Ora al povero uomo non rimane che chiedere la grazia per essere liberato dalla moglie, che evidentemente gli pesa più di una detenzione in una cella.

Sebastiano Di Mauro
8 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook