Maltempo, Roma paralizzata dalla neve, un morto a Isernia

Mentre la neve ed il freddo si stanno sposando anche nel sud della penisola gli esperti avvertono: è in arrivo una nuova ondata di gelo che nei prossimi giorni abbasserà ulteriormente le temperature. Se quindi in queste ultime ore ci sono stati grandi disagi nei trasporti, la situazione sarà ben peggiore fra domani e dopodomani quando venti siberiani colpiranno ogni zona dell’Italia, con rischio neve ovunque, anche nelle zone di pianura.

Dopo la morte di un bambino a Siracusa e il coma di una donna a Milano (causati da incidenti stradali dovuti al maltempo) ieri è stata registrata un’altra vittima dovuta al freddo, un senzatetto straniero privo di documenti, di circa 50 anni, trovato inerme in piazzale Kennedy, nel pieno centro di Milano. Da segnalare tuttavia la grande mobilitazione delle associazioni, della protezione civile e dei cittadini per garantire coperte e rifugi alle centinaia di clochard che in queste notti necessitano di soccorso per evitare di morire assiderati.
L’ondata di freddo ha colpito tutta l’Europa, il bilancio delle vittime conta più di 160 persone, in particolar modo nell’Est del continente, con punte di meno 36 gradi in Serbia e record in Siberia dove si è arrivati a -56 gradi.
Come detto il freddo in Italia si sta spostando nel sud della penisola: neve anche a Roma dove nel corso della notte sono caduti almeno 5 centimetri di neve nella zona nord, e 3 centimetri nella zona di est. A comunicarlo la Protezione Civile che ha affermato che per domani notte è prevista la nevicata più cospicua. Le zone più interessate saranno quelle di Cassia, Pietralata, Tor Bella Monaca, Casilina, Tor Vergata, Prenestina, Tiburtina, Cinecitta’, Quadraro e Monte Mario.
Il vento forte è altro motivo di disagi, chiuso l’aeroporto e lo snodo ferroviario di Bologna (ieri 117 voli cancellati) mentre a Trieste la bora a toccato i 130 km/h.

Aggiornamento delle ore 11:50

A ripreso a nevicare a Roma. Il Viminale ha invitato anche i cittadini  del centro Italia a non mettersi in viaggio. In una nota si legge: “L’estensione della perturbazione dal Tirreno all’Adriatico rendono indisponibili tratti di carreggiata autostradale e stanno determinando, già dalle prime ore di questa mattina, l’applicazione del piano neve, con la predisposizione per il traffico commerciale di lunghe soste in aree poste a distanza dalla zona delle nevicate”.

Aggiornamento delle ore 17:00

Peggiora la situazione in tutta Italia, in queste ore la zona maggiormente colpita è quella che va da Roma al frusinate.
Nella capitale nevica ad “intermittenza” da ore, il sindaco, Gianni Alemanno a decretato lo stato d’allarme (chiusi dunque uffici e scuole) e consigliato ai cittadini di mettersi in viaggio solo se necessario, obbligo di catene per le auto. Paralizzato il tratto dell’autostrada A1 che collega Roma a Frosinone, le macchine dirette in Ciociaria vengono fatte tornare in dietro, una vera e propria bufera di neve sta interessando  le zone di Colleferro e Monteporzio.
Si registra anche una vittima, un uomo, V.T., è stato trovato morto all’interno della sua auto, colto da malore per il freddo, nei pressi di Cantalupo nel Sannio, provincia di Isernia.
L’uomo stamattina era uscito da casa per raggiungere il lavoro, ma la strada era impraticabile e all’ altezza di Cantalupo nel Sannio aveva invertito il senso di marcia per rientrare a Isernia ma è stato colto da malore ed ha accostato. L’auto era coperta di neve e per questo nessuno si era accorto di niente finché i familiari e i colleghi allarmati dal suo silenzio lo hanno cominciato a cercare.
Continua a nevicare anche lungo la A24-A25 Roma-L’Aquila-Pescara dove vige il divieto di transito per i mezzi pesanti. Sull’Adriatica, l’A14, invece è bloccato tutto il tratto centrale quello che va da Cattolica e Termoli, e più a sud tra Poggio Imperiale e Cerignola anche qui è stato bloccato il transito dei mezzi pesanti.


Aggiornamento delle ore 20:30

Mentre a Roma il sindaco Alemanno ha invitato: “tutti i cittadini a evitare i movimenti inutili e a fare riferimento per qualsiasi evenienza al numero verde 800.854.854 della protezione civile”, a Siena oltre 1200 famiglie sono rimaste senza energia elettrica.
Quella che sta per arrivare sarà un’altra lunga notte per i senza tetto che nelle grandi città italiane dovranno fare i conti con un freddo senza precedenti. Come per le scorse nottate sono stati allestiti numerosi centri d’accoglienza a Milano, Torino, Roma, Firenze e molti volontari porteranno coperte e altri materiali utili a superare il freddo a chi non avrà trovato un rifugio adeguato.
Dopo il blocco dei Tir, ora è il gelo a bloccare le consegna di frutta e verdura secondo la Coldiretti ci sono almeno 50.000 tonnellate di verdure ferme per le strade all’interno dei camion che non possono mettersi in viaggio.

Calcio. Rinviate, come successo per la precedente giornata alcune partite di calcio. Si tratta di Roma-Inter e Cesena-Catania, partite che erano in programma per domani, sabato 4. Tutte le altre partite si giocheranno alle 15:00 di domenica, eliminati quindi i posticipi serali.

Rinvii anche in Serie B dove non si giocheranno: Sassuolo-Ascoli, Gubbio-Modena e Pescara-Reggina, mentre Brescia-Torino e Vicenza-Cittadella sono stati anticipati a domenica alle 15. È probabile tuttavia che anche altre partite saranno rinviate.

Enrico Ferdinandi

3 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook