Terremoti: l’Italia continua a tremare,ultime scosse in Calabria e Friuli

Continua a tremare la terra in Italia. Dopo le lievi scosse che ieri mattina avevano colpito le provincie di Messina e Palermo, nella notte, alle ore 3:50 una scossa di magnitudo 2.3 è stata registrata nel nord della Calabria (confine con la Basilicata) tra le provincie di Cosenza e Potenza. L’epicentro del sisma è stato localizzato in prossimità dei comuni cosentini di Laino Borgo, Laino Castello, Castrovillari e Mormanno, e quelli potentini di Rotonda, Viggianello e Latronico. Per il momento non sono pervenute segnalazioni di danni a persone o cose.

Alle 4:00 della notte è stata registrata un’altra scossa di terremoto, magnitudo 2.8 al confine fra Italia e Slovenia, epicentro del sisma (secondo quanto riporta la sezione Friuli Venezia Giulia della Protezione Civile) a Ajdovscini (Slovenia), a pochi chilometri dal confine con l’Italia ed è stato registrato a 2,5 chilometri di profondità.
Per quanto riguarda il nord Italia non sono pervenute registrazioni di altre scosse, le segnalazioni di danni agli edifici aumentano però di ora in ora: circa 180 le segnalazioni  crepe o lesioni a edifici, con otto scuole dichiarate inagibili in via precauzionale e cinque chiese chiuse. Tra le chiese inagibili anche quella di Marina di Carrara, la messa questa mattina è stata celebrata in un cinema.

Jessica Frasca

30 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook