LUXOTTICA: IL VALZER DEGLI A.D.

LUXOTTICA: IL VALZER DEGLI A.D.

img1024-100_homeeviden_700_dettaglio2_LuxotticaFuori il secondo. Dopo nemmeno un mese di lavoro Enrico Cavatorta, amministratore delegato di Luxottica, è già pronto a salutare l’azienda degli occhiali. Il nuovo manager si è trovato contro il patron Leonardo Del Vecchio. Lunedì, in serata, le dimissioni verranno ufficializzate dal Consiglio d’amministrazione.

Il rapporto si è incrinato per le ingerenze nella gestione dell’azienda lamentate dal manager, colpa della presenza “troppo ingombrante” del consulente Francesco Milleri, apprezzato dalla famiglia proprietaria del brand. Alla richiesta da parte dell’AD di ridurre questa influenza la risposta è stata negativa, tenendo in considerazione le grandi capacità a livello informatico di Milleri.  Di fronte a questa situazione Cavatorta avrebbe offerto le sue dimissioni.

La situazione non è da sottovalutare considerando la quantità di denaro mossa dall’Azienda: con un fatturato di 7 miliardi e un’operatività estera sui mercati più disparati (il 60% circa dei ricavi di Luxottica è in dollari), il timone di Luxottica non può essere considerato un problema di secondo ordine.

E adesso? Probabilmente il tutto si risolverà con una nomina “in famiglia”, con un ruolo operativo di nuovo di primo piano per Leonardo Del Vecchio. Massimo Vian sarà il nome per la successione del manager , allontanando Leonardo Maria Del Vecchio, figlio del patron, dall’ingresso in società. Mentre accade tutto ciò il titolo in borsa potrebbe risentire negativamente di questi scossoni.

La successione di Cavatorta va risolta in fretta. Lo chiedono tutti, anche coloro che hanno investito in Luxottica.

Alessio Giaccone

13 ottobre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook