Maltrattamenti nella casa di riposo: 7 arrestati

Persone sole, persone indifese, persone malate. Sono queste le vittime della casa di riposo Borea a San Remo. Detenute in una struttura che sembrava una prigione. Picchiati, vessati, umiliati da infermieri e responsabili. Malnutriti e degenti, incapaci di difendersi. Subivano ripetuti maltrattamenti che sono stati filmati e documentati dalle telecamere piazzate dalla Guardia Di Finanza.

La casa di riposo, che si trova a Sanremo, era già da tempo oggetto di indagini dopo che alcuni parenti di persone anziane residenti nella struttura avevano denunciato le cattive condizioni in cui si trovavano gli ospiti.

Stamattina per sette degli aguzzini sono scattate le manette. L’accusa è quella di maltrattamenti e abusi gravi reiterati ai danni dei pazienti. Tra di loro anche la responsabile della “Fondazione Borea e Massa” che faceva capo alla casa di riposo, la donna, moglie di un senatore del Pdl, secondo gli inquirenti sapeva cosa accadesse nella struttura, ma non ha mai fatto nulla per evitarlo.

Anziani legati, malmenati, denutriti, abbandonati in condizioni igieniche pessime, trattati alla stregua di animali. Botte, insulti, sputi, tutto l’orrore contenuto nei nastri della Guardia di Finanza, di quelle telecamere che, per mesi, sono state mute testimoni dell’orrore più assoluto.
In quelle mura che ogni giorno vedevano e sentivano il dolore c’era solo silenzio, un silenzio devastante, rotto oggi dall’arresto di quegli infermieri che avevano studiato per aiutare il prossimo e invece godevano nel maltrattare anziani indifesi.

Ecco il video della Guardia di Finanza

http://vimeo.com/35250831
 
Valentina Vanzini

18 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook