Incendio alla raffineria di Milazzo, tanta paura ma nessun ferito

Incendio alla raffineria di Milazzo, tanta paura ma nessun ferito

milazzoMILAZZO – L’allarme è scattato alle 00.40 della scorsa notte, quando il serbatoio 513 della raffineria Mediterranea – contenente nafta semi lavorata – si è improvvisamente incendiato provocando la distruzione di parte della struttura industriale. Le fiamme, alte diversi metri, erano visibili a chilometri di distanza. Gli operai che in quel momento si trovavano all’interno della raffineria sono tutti fortunatamente illesi e hanno raggiunto i punti di raccolta stabiliti dal piano di evaquazione.

Molte persone, nonostante le rassicurazioni degli enti impegnati a domare l’incendio, hanno comunque deciso di lasciare la zona e allontanarsi in attesa che la situazione venga ripristinata del tutto. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Messina e Milazzo ed è stato pianificato un iter per raffreddare i serbatoi in attesa che si esaurisca il carburante e avere in tal modo completa ragione dell’incendio.

La Prefettura e il Comune hanno tranquillizzato i cittadini chiarendo che non c’è più pericolo in quanto la situazione è ormai sotto controllo. I carabinieri di Milazzo cominceranno le indagini appena le fiamme saranno spente e l’area accessibile. Le forze dell’ordine sono arrivate sul posto pochi minuti dopo l’incidente, coordinati dal comandante Antonio Ruotolo, e quello della stazione di Oppido Mamertina, Tommaso la Rosa.

La Federazione dei Verdi di Milazzo chiede, attraverso il portavoce Peppe Marano, che “la procura disponga immediatamente le indagini necessarie ad accertare le cause di tale evento catastrofico accaduto all’interno della Raffineria di Milazzo – scrive  – e che disponga tutte le misure cautelari come per esempio il sequestro degli impianti interessati e anche quelli per effetto domino dall’evento incidentale per prevenire ogni ulteriore pregiudizio e danno per la salute e la sicurezza della popolazione residente e dell’ambiente”.

Il sindaco Carmelo Pino ha disposto in via precauzionale la chiusura di tutte le scuole per oggi ed ha chiesto l’intervento urgente dell’Arpa per verificare l’ambiente del comprensorio milazzese.

Davide Lazzini
27 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook