Trapani: uccide la famiglia, da fuoco al palazzo e si suicida

Trapani. Un incendio scoppiato in un palazzo di cinque piani sito in via Omero ha causato la morte di quattro persone, tra di loro anche l’uomo che ha causato l’incendio.
In un primo momento si era pensato ad un numero ben più alto di vittime, ma fortunatamente l’intervento tempestivo dei Vigili del Fuoco è riuscito ad evitare il peggio.

Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti a scatenare l’incendio è stato un gesto di follia. Il piromane, un 40enne che abitava nella palazzina avrebbe prima ucciso la figlia di 10 anni, l’ex moglie e il cognato portatore di handicap e poi, forse per suicidarsi ed allo stesso tempo non far capire di esser stato lui l’autore degli omicidi ha dato fuoco all’appartamento, alle ore 7:45 circa. Fuoco che si è esteso anche nel resto del palazzo senza causare ulteriori vittime. Il 40enne invece si è gettato dal balcone del suo appartamento ed è morto sul colpo. Ulteriori dettagli emergeranno dal lavoro del procuratore capo di Trapani, Marcello Viola che si sta recando sul posto.

di Virginio Sapio

12 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook