Polemica sui quattro vigili urbani che hanno arrestato un invalido

Polemica sui quattro vigili urbani che hanno arrestato un invalido

mendicantePADOVA – Mercato di Prato di Valle, sabato pomeriggio. Quattro agenti della polizia municipale entrano in azione per bloccare, ammanettare e infine rimuovere Daniel Vancea, un mendicante quarantunenne che si trovava in zona. L’azione dei tutori dell’ordine è stata vista da centinaia di persone, bambini compresi, ed è stata filmata da un ambulante. Il video ha fatto il giro del web ed ha sollevato numerose polemiche.

Secondo la testimonianza dell’autore del filmato, il mendicante era solito frequentare la zona in cui è stato circondato e arrestato, ha la gamba sinistra mutilata e soffre di problemi respiratori: chiedeva soldi per comprare le medicine. Chi lo conosce sostiene che non è mai stato molesto e non ha mai infastidito nessuno, nemmeno sabato. Ciò evidentemente non è servito a impedire che i vigili esercitassero su di lui la loro autorità con veemenza, tanto che – sempre secondo le testimonianze – è stato subito invitato da una vigilessa a rialzarsi da dove era seduto, facendo pure in fretta.

Il mendicante non ha fatto altro che spiegare il motivo per cui si trovava lì: i vigili, secondo quanto raccontato da Vancea: “Mi hanno chiesto un documento, gliel’ho dato, ma questi mi hanno fatto una multa di 50 euro. Non avevo fatto nulla e non avevo quei soldi, così ho strappato il foglio. Mi hanno preso per un braccio e mi hanno buttato a terra. Ho sbattuto il ginocchio e la schiena”. Poco dopo è arrivato un terzo vigile urbano con i guanti e le manette a dar man forte ai due colleghi già intervenuti sul posto. Probabilmente questa terza figura ha spaventato ancora di più il senzatetto che, sentendosi circondato, ha lanciato le stampelle. La mossa ha attirato l’attenzione di un quarto vigile nei paraggi e, dopo essersi unito agli altri tre, si è avventato sul pover’uomo che gridava, chiedeva aiuto e diceva di provare dolore a un braccio.

L’assessore alla Sicurezza, Maurizio Saia, il principale promotore della lotta ai mendicanti, difende l’azione dei vigili urbani che ha permesso di allontanare il disabile rumeno che chiedeva l’elemosina. Per Saia, quelle che si stanno sviluppando in queste ore: “Sono polemiche vergognose, la polizia municipale ha tenuto come sempre un comportamento ineccepibile. Il mendicante in questione era molesto e stava dando fastidio alla gente: sono arrivate anche telefonate ai carabinieri. Per quel che riguarda le polemiche, è il tentativo maldestro di qualche giovane di sinistra che sull’argomento sicurezza dovrebbe solo tacere”.

Anche il presidente di Anva Confesercenti Enzo Tuis, esprime solidarietà verso i vigili: “Sono assurde le polemiche sollevate nei confronti dell’operato di una squadra di vigili durante il controllo di un mendicante lo scorso sabato in Prato della Valle. Il lavoro svolto dai vigili urbani nella città di Padova è fondamentale per garantire una città sicura. Lotta alla contraffazione, lotta all’accattonaggio molesto, sono due delle principali richieste che la nostra categoria quotidianamente rivolge alla Polizia Locale”.

Davide Lazzini
21 agosto 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook