Rapina alla banca del Parlamento: arrestato

Rapina alla banca del Parlamento: arrestato

indexRoma. Un uomo di 38 anni è stato condotto ai domiciliari in seguito all’arresto effettuato ieri dalla polizia per la rapina avvenuta nella filiale del Banco di Napoli a Palazzo San Macuto, che ospita anche le commissioni bicamerali d’inchiesta del Parlamento.

Durante il ‘colpo’ il rapinatore indossava una maschera rossa da diavolo. Avrebbe dapprima minacciato la cassiera con un taglierino e poi prelevato i soldi da un cassetto, circa 15 mila euro, e sarebbe quindi rapidamente fuggito da un’uscita secondaria. Una volta fuori dall’edificio avrebbe raggiunto un’auto parcheggiata nelle vicinanze per recarsi, subito dopo verso l’ufficio postale di Montesacro. Oggi l’uomo era al suo primo giorno di ferie.

Gli agenti dell’ispettorato di Polizia della Camera lo hanno arrestato mentre stava depositando la refurtiva. Quando è stato fermato il soggetto, sposato e con due figli, aveva appena fatto un bonifico di circa 4 mila euro alla moglie.

“Non avrei mai voluto farlo, ma ero disperato” queste le parole usate per giustificarsi. L’identificazione del trentottenne è stata resa possibile dalle telecamere di videosorveglianza e dal fatto che lavorasse proprio nella mensa di palazzo San Macuto.

Davide Lazzini
7 agosto 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook