Bologna: sordomuta fatta prostituire da un disabile, arrestato

Un ragazzo sordomuto è stato quest’oggi arrestato dai Carabinieri di Bologna con l’accusa di aver fatto prostituire una coetanea, sordomuta anche lei. Il giovane, 21 anni, aveva conosciuto la ragazza su Facebook e l’aveva poi convinta a trasferirsi a Bologna promettendogli in cambio un posto di lavoro. Così la ragazza si è trasferita da Vicenza lasciando la sua famiglia, ma una volta arrivata a Bologna (a febbraio) ospite del ragazzo è stata costretta a prostituirsi. Il giovane la accompagnava ogni giorno in strada trattenendo buona parte dei proventi (si tratta di 500 euro circa) giustificandosi che servivano per pagare l’affitto e le bollette.

La ragazza è stata vittima di questo sfruttamento per mesi, aveva una prima volta tentato di fuggire cercando riparo da un suo amico ma è stata trovata quasi subito dal suo aguzzino che dopo averla picchiata l’aveva riportata nel suo appartamento e costretta a tornare sul marciapiede. La ragazza poi ha trovato la forza di sporgere denuncia dopo una seconda fuga a casa di un amica.
Ora i capi di imputazione contestati al ragazzo sono induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione con le aggravanti dell’inganno, della minaccia e della violenza.

di Enrico Ferdinandi

6 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook