Tragedia nel cosentino: madre uccide il figlio di 11 anni e tenta il suicidio

Tragedia nel cosentino: madre uccide il figlio di 11 anni e tenta il suicidio

tragedia-cosentinoTragico epilogo per quella che sembrava una fuga volontaria di una madre con suo figlio undicenne a Rovito nella Presila cosentina.

Secondo una prima ricostruzione, la donna 43enne, Daniela Falcone, sabato scorso si era allontanata con la propria Suzuki gialla, dopo aver prelevato alle 9,30 il figlio Carmine da scuola con il pretesto di una visita medica.

Da allora non si avevano avuto più notizie fino alla macabra scoperta di questa mattina sulla strada che da Cosenza conduce a Paola: i militi hanno trovato il corpo di Carmine esamine e la madre omicida in fin di vita, dopo aver tentato il suicido.

Le cause della morte del bambino sono dovute ad un profondo taglio alla gola, inferto dalla madre con un paio di forbici che ha reciso la carotide. La donna è stata trasportata di urgenza al nosocomio di Cosenza.

Cosa abbia spinto la madre a questo gesto cosi estremo è ancora a vaglio degli inquirenti. Sembra che all’origini ci sia una lite con il marito Francesco venerdì sera. Daniela da tutti i conoscenti è ritenuta serena ed equilibrata.

Rimane un’inquietante domanda: la donna si è voluta vendicare del coniuge uccidendo il loro figlio? Una Medea rediviva che ha pianificato tutto o una donna in preda ad un raptus improvviso che ha obnubilato la sua ragione e che ha soppresso in lei l’istinto materno? È ancora troppo presto per dirlo…ed è ancora prematuro chiedersi come si poteva evitare questa tragedia.

Cristian Cavacchioli
3 marzo 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook