Maltempo Italia nel caos, 29 i morti da settembre l’ultimo oggi sull’Isola d’Elba

Italia in tilt per via del maltempo che da settembre ad oggi ha causato 29 morti.
Oggi a Genova si è celebrato il lutto cittadino, resta ancora alta l’allerta nella città mentre la stima dei danni è pari a circa 200 milioni di euro. Alle 10 si è svolto il funerale delle vittime di Genova. Il sindaco Marta Vincenzi ha dichiarato: “Rimarrà per sempre l’angoscia di quello che è accaduto e credo che sarà un segno dal quale non potrà più prescindere la mia vita personale. Dal punto di vista amministrativo e per le responsabilità che ci sono, mie e degli altri, bisogna che consideriamo che ciò che è accaduto non ha avuto davvero eguali nel modo e per i tempi .

D’ora in avanti, considerando che queste cose accadono frequentemente e i tempi di cambiamento della città non possono essere brevissimi, io personalmente ogni allerta 2 lo trasformo nella chiusura di tutta la città”.
In queste ore la protezione civile sta concentrando le sue forze lungo le sponde del Po’ e dei suoi affluenti.
A Torino la situazione sembra esser sotto controllo anche se il sindaco Piero Fassino invita i cittadini a non uscire di casa, salvo che per emergenze. Nelle prossime ore si starà attenti ad Alessandria dove la piene del fiume potrebbe verificarsi.
Un violento nubifragio si è invece abbattuto sull’Isola d’Elba, inondando la città e causando una vittima e cinque feriti. La vittima è una donna di 81 anni e secondo una prima ricostruzione dei fatti sarebbe caduta nella propria abitazione, invasa dall’acqua poiché si trovava a piano terra, morendo sul colpo, forse per un ictus; in tutta l’isola si contano ben 5 feriti, di cui uno grave. La Protezione Civile ha dichiarato lo stato di allerta moderato dalle 18 di stasera fino alle 17 di domani, per forti piogge, vento e mareggiate relativamente a tutta l’area sud della Toscana e le isole dell’Arcipelago.
A Matera  sono due i dispersi, un uomo di 87 anni e sua figlia di 44 (Carlo e Rosa Masiello) a bordo della loro auto sono scivolati in un canale che li ha portati poi nel torrente dove sono stati travolti dalle acque. I Vigili del fuoco hanno trovato l’auto che non è stata ancora rimossa in quanto piena di detriti e fango.
A Napoli anche oggi è piovuto molto, ieri un uomo è morto mentre si trovava in un parcheggi di Arco Felice (zona Flegrea) a leggere il giornale a bordo della sua auto che è stata colpita in pieno da un pino secolare. Oggi le richieste di soccorso sono state circa 300.

di Enrico Ferdinandi

7 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook