Valencia: Tutto il Circus saluta il Sic

Marco salutato con fuochi d’artificio

Il Gp conclusivo del Motomondiale non poteva non essere nel segno di Marco Simoncelli. Tutti i piloti delle tre categorie sono scesi in pista prima delle gare in una parata commemorativa sul circuito Ricardo Tormo.
I piloti della MotoGp hanno sulle loro moto l’ovale con il 58 che apparteneva alla sfortunato pilota morto a Sepang. Sulla torre dell’autodromo è comparsa una gigantografia con le foto di Marco e la scritta “ Ciao Super Sic”. La sfilata è stata aperta dalla moto di Sic guidata dal grande ex Kevin Schwants ( campione del mondo nel 1993 nella classe 500). Al termine della commemorazione c’è stata una salva di fuochi d’artificio.

Grande commozione e grande silenzio con in mezzo il rumore delle moto ha fatto da cornice al circuito spagnolo di Valencia. Tutti in piedi ad applaudire una grande pilota e un grande uomo di vita anche quel pubblico spagnolo che lo aveva sempre contestato nell’ultimo periodo per i fatti successi con Lorenzo ma ,soprattutto, Pedrosa. E’ stato ricordato nel modo che lui avrebbe voluto cioè facendo casino. Tutto questo è stato richiesto dal padre di Marco, Paolo Simoncelli, perchè suo figlio amava la vita,la natura e tutto ciò che lo circondava e si trasformava in un guerriero guidando nelle due ruote ma anche nelle quattro ruote. Nella vita quotidiana di tutti i giorni si divertiva per esempio a giocare a risiko,scopone e ogni volta che tornava a casa lasciava tutto in disordine, si “scatenava” con le sue battute e si faceva sempre riconoscere con la sua voce particolare e molto alta.

L’ultima gara del motomondiale 2011 si conclude,cosi, con una grande unione tra i piloti (ne erano 85),Costa ( medico di Marco molto emozionato e triste per non poter più rivedere e abbracciare un ragazzo cosi solare con tutti) e i vari team. Sarà l’ultima gara,anche, di un grande pilota e campione del mondo come Loris Capirossi che chiuderà la corsa con il numero 58 sulla sua moto in ricordo di Marco Simoncelli.

di Armin Sefiu

6 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook