Quando un banale mal di denti si trasforma in tragedia

Quando un banale mal di denti si trasforma in tragedia

Una diciottenne è morta all’ospedale di Palermo per via di un ascesso, trascurato per motivi economici, che le ha causato uno shock scettico polmonare.

tragedia siciliaApparentemente era un semplice mal di denti. Un dolore sopportabile per la palermitana Gaetana Priolo, che aveva deciso di non farsi curare, perché il dentista era troppo costoso. Una decisione che la diciottenne ha dovuto pagare caro, rimettendoci la vita.

È accaduto a Palermo ed è cominciato nella notte del 19 gennaio scorso, quando la giovane, che abitava nel quartiere Brancaccio del capoluogo siciliano, viene accompagnata dalla famiglia al pronto soccorso Buccheri la Ferla, perché da settimane accusava un dolore ad un molare. Dopo due ore di terapia le viene diagnosticato un sospetto ascesso dentario. Così la ragazza, apparentemente migliorata, viene dimessa per essere mandata, vista la mancanza di un reparto di odontoiatria, al policlinico di Palermo, dove in realtà la giovane non si presenterà. Ma il male cresceva al punto che il 30 gennaio decise di farsi ricoverare, quando in realtà l’ascesso si era già trasformato in fascite, infezione grave estesa fino alle vie respiratorie. In queste allarmanti condizioni Gaetana,dopo essere svenuta in casa,è stata ricoverata in rianimazione all’ospedale civico, dove giovedì scorso è morta per shock settico polmonare.

La procura di Palermo ha aperto un’inchiesta, ma secondo il parere degli odontoiatri questo genere di infezione, che è stata la causa della morte di una ragazza così giovane,è un fenomeno in crescita. Tantissime persone preferiscono evitare la visita dal dentista, probabilmente anche per problemi economici, senza rendersi conto che un banale mal di denti, un semplice ascesso, nei casi più gravi, può anche costare la vita, proprio come nel caso di Gaetana.

di Serena Santoli

11 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook