Maltempo: Salgono a 10 le vittime, allerta per nuove piogge

Salgono a dieci le vittime del maltempo che la scorsa settimana si è abbattuto nel nord, devastando molte città dello Spezzino (Liguria) e della Lunigiana (Toscana). La decima vittima è un uomo di 82 anni, Alemanno Fabiani, morto insieme alla figlia Paola durante l’esondazione del fiume che ha distrutto Borghetto. Il suo corpo è stato ritrovato quest’oggi nel greto del fiume Vara. Il bilancio potrebbe salire, difatti a Vernazza si continuano a cercare i corpi di tre persone ancora ufficialmente disperse. Quest’oggi si sono svolti invece a Monterosso i funerali della nona vittima, ovvero il volontario Sandro Usai morto mentre cercava di liberare i tombini per favorire il deflusso delle acque piovane.

L’allarme frane è sempre costante. Nel comune di Beverino infatti una frana ha costretto il sindaco a far evacuare dalle loro abitazioni circa venti famiglie della frazione di Semola. Nello Spezzino la viabilità resta critica, con 24 strade chiuse al traffico, le città ancora isolate sono: Vernazza, Corniglia e la frazione di Fegina di Monterosso nelle Cinque Terre e alcune frazioni Calice al Cornoviglio in Val do Vara.
Allarme anche per una nuova ondata di maltempo che da giovedì prossimo dovrebbe colpire le zone alluvionate del levante ligure.

Prosegue altresì il lavoro dei volontari che stanno ripulendo le strade dal fango, inoltre i principali servizi, ovvero luce, acqua e gas, sono stati riattivati in quasi tutte le frazioni.
Come annunciato negli scorsi giorni per finanziare la ricostruzione in Liguria e Toscana, si contano centinaia di milioni di euro di danni, è aumentata da ieri l’aliquota d’accisa sui carburanti, la misura dovrebbe durare fino a fine anno.

 

di Enrico Ferdinandi

 

1 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook