Coriano, l’addio a Simoncelli: ”Ora sei sul podio più alto”

“La mattina prima della gara hai detto che desideravi vincere il Gran Premio per salire sul gradino più alto del podio dove tutti potessero vederti. Ora ci addolora non vederti, ma ci da pace sapere che ora ci guardi dal podio più alto che ci sia. Addio Marco!”. Con queste parole il vescovo di Rimini Francesco Lambiasi conclude il suo addio a Marco Simoncelli. Un addio commosso che ha visto partecipare centinaia di persone, familiari, amici e fan che si sono uniti in un unico abbraccio per ricordare al Sic.

Il suo carattere, la sua persona era così amata da aver lasciato in tutti noi un ricordo indelebile. All’interno della chiesa il Simoncelli è stato posto fra le due moto che hanno segnato la sua vita: Valentino ha portato a mano la Honda 58 di questa stagione e Poggiali ha trascinato insieme ad altri la Gilera che gli ha fatto vincere il mondiale 250cc. Si conta che a Coriano siano giunte quest’oggi più di 15mila persone, il momento più toccante c’è stato quando la ragazza, Kate, ha parlato al microfono davanti a tutti, allora la folla ha inneggiato il nome del Sic, e l’amico, giornalista, Guido Meda ha urlato: “Sic c’è, sic c’è”.
E con un contesto come questo, con un tripudio d’affetto di questo tipo il Sic non poteva che essere presente. A fine messa la salma di Simoncelli è stata posta nel centro della piazzetta antistante la chiesa, lì si sono riuniti tutti i suoi amici, il padre Paolo, sua madre, Kate, e tutti tifosi. Così tra palloncini rossi con il numero 58, cori di fan che urlavano: “Uno di noi, uno di noi”, le note della sua canzone preferita “Siamo solo noi” di Vasco Rossi, e le parole toccanti di Costa che ha detto: Lì dentro c’è un viso che sta sorridendo, perché vi ha fatto un ultimo scherzo. Lui in realtà non è lì, perché tornerà a casa con tutti voi, nel vostro cuore”, si è consumato il momento più significativo ed importante della giornata. Tutti con il magone, con il pianto perché consapevoli di esser li per colpa di un tragico incidente, capitato ad un ragazzo che meritava ben altro.
A Coriano c’erano anche gli amici di Virgin Radio, il Sic era in onda ogni martedì in compagnia di Dj Ringo con il programma Revolver SuperSic, lì ci ha regalato momenti di grande divertimento e ci ha permesso di conoscerlo ancor meglio di quanto si potesse guardandolo solo sulla pista, per questo motivo lo ricordiamo così:

_

 

Ciao Sic!

 

di Enrico Ferdinandi

 

27 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook