Simoncelli: salma in Italia. Rossi: “Sic non ti dimenticherò”

È atterrato questa mattina all’alba, all’aeroporto di Fiumicino, il volo della Malaysia Airlines, proveniente da Kuala Lumpur con a bordo la salma di Marco Simoncelli. Sul volo il padre Paolo, la ragazza Kate e l’amico d’avventure Valentino Rossi. Ad accoglierli il presidente del Coni, Gianni Petrucci, che ha dichiarato: “Siamo qui per dimostrare l’amore e l’affetto per questo ragazzo”.
Paolo Simoncelli ha poi ringraziato i cronisti presenti: “Marco è sempre stato disponibile con voi, spero anche io di fare altrettanto. Grazie veramente a tutti”.
Poi rivolgendosi ai tifosi ha detto: “Un bacio a tutti”.

Valentino Rossi ha trovato la forza per parlare ai giornalisti, dichiarando: “Era un grande e non lo dimenticherò mai”. Ed a chi gli ha chiesto sulla veridicità della sua volontà di voler smettere di correre ha detto: “Non l’ho mai detto. Non ho pensato a niente. Ho parlato con Paolo. Sta male. Lo stiamo abbracciando tutti”. Ricordando il suo amico ha infine detto: “Stavamo insieme tutti i giorni, ci allenavamo insieme. Il motore era la nostra passione. Noi che corriamo sappiamo che può succedere”.
Anche gli operatori aeroportuali hanno salutato la salma di Marco con un lungo applauso. La salma ha raggiunto nella mattinata la città natale di Marco Simoncelli, Coriano, domani sarà allestita la camera ardente privata, mentre mercoledì (giornata di lutto cittadino) sarà aperta al pubblico presso il teatro comunale del paese. Giovedì i funerali di un ragazzo che, come si può vedere dalle reazioni arrivate da ogni parte del mondo, era amato da tutti per via del suo carattere buono e della unica allegria.

 

 

di Enrico Ferdinandi

 

25 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook