Schumacher: condizioni critiche. Decisive le prossime 48 ore

Schumacher: condizioni critiche. Decisive le prossime 48 ore

Michael_SchumacherSono ore di preoccupazione per Michael Schumacher, l’ex campione di Formula 1 che sta lottando tra la vita e la morte a causa di un incidente con gli sci avvenuto ieri mattina sulle nevi di Meribel, in Francia. Il 44enne tedesco (che venerdì compirà 45 anni) versa in condizioni critiche nell’ospedale di Grenoble.

E’ nel reparto di rianimazione e non possiamo pronunciarci sul suo futuro, abbiamo ridotto l’edema cerebrale. La situazione è stabile ma resta critica. Le sue condizioni sono molto gravi, la violenza dell’impatto è stata tale che senza casco non sarebbe arrivato vivo. E’ troppo presto per fare una prognosi e in questo stato non sono previsti altri interventi chirurgici“, ha spiegato il professor Jean-Francois Payen, responsabile del reparto di terapia intensiva.

Il sette volte campione del mondo di Formula 1 ha perso il controllo sulla neve fresca, mentre effettuava un fuoripista con il figlio quattordicenne, sbattendo la parte destra testa contro una roccia e mandando in frantumi il casco che lo proteggeva. Dopo l’incidente, Schumi è stato trasportato in elicottero, in maniera tempestiva, prima a Moutier e poi a Grenoble. Qui l’ex pilota è stato subito operato alla testa ed è stato indotto in “coma farmacologico artificiale per limitare gli stimoli“. La violenta caduta ha causato lesioni cerebrali gravi e diffuse, tali da impedire ai medici di sbilanciarsi sulle sue possibilità di sopravvivenza. Attualmente, si sta cercando di ridurre la pressione intercranica, limitare gli stimoli esterni e mantenere un’adeguata ossigenazione al cervello.
Decisiva, comunque, sarà la reazione che avrà Schumacher nelle prossime 48 ore. Al momento non è possibile escludere danni permanenti al cervello.

Intanto è stata aperta un’inchiesta, che sarà condotta dalla gendarmeria di alta montagna (Pghm) di Bourg Saint Maurice e che durerà presumibilmente diversi giorni, per chiarire le circostanze e le cause dell’incidente. Escluso, comunque, il ruolo attivo di un terzo soggetto nell’incidente.

Giuseppe Ferrara
30 dicembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook