Terremoto in Nepal: 45 morti

Un forte terremoto ha scosso le terre del Nepal, alle 18.10 ora locale (le 14.40 del 18 settembre in Italia) la sua forza (di magnitudo 6,8 ) è stata così tanta da esser stato percepito  fino a 1.000 chilometri di distanza, a New Delhi verso ovest e in Bangladesh, ad est. Ad aggravare la situazione le nubi che hanno impedito per ore agli elicotteri di raggiungere la regione più colpita (lo Stato nord-orientale indiano del Sikkim). In queste ore si sta cercando di capire quante persone abbiano perso la vita, per ora il bilancio è fermo a 45, ma con molta probabilità è destinato a salire, anche perché si tratta di zone molto amate e frequentate dai turisti.

Pawan Thapa, residente della capitale del Sikkim, Gangtok, raggiunto telefonicamente ha dichiarato che: “Le persone sono ancora nel panico abbiamo trascorso tutta la notte all’esterno delle case”.
Una fonte Onu ha poi affermato che: “Anche se il numero delle vittime e’ basso e’ probabile sia necessario un forte impegno umanitario per le persone le cui case sono andate distrutte e che hanno bisogno di cibo e riparo”.

di Enrico Ferdinandi

 

19 settembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook