Sabaudia: Lasciato dalla fidanzatina 11enne, la sfregia al viso

di Enrico Ferdinandi

Tragedia a Sabaudia dove una storia “d’amore” (usiamo le virgolette vista la tenera età dei protagonisti) tra una ragazzina di 11 anni e di un adolescente di 12 finisce nella violenza. Difatti dopo esser stato lasciato il giovane colto da un raptus di follia ha sfregiato la ragazza con un vetro trovato a pochi metri da dove si trovavano, sulla spiaggia. Dopo averla colpita in volto il ragazzo è rimasto inerme mentre i genitori di lei, accorgendosi fin da subito di quanto avvenuto le sono corsi incontro soccorrendola e portandola in ospedale.

Attualmente sono state diagnosticate 2 settimane di prognosi alla ragazza che molto probabilmente sarà sottoposta ad un intervento di chirurgia plastica per far si che lo sfregio sul volto sia “cancellato”. Il fatto è stato reso noto quest’oggi dall’avvocato Arrighi, difensore del ragazzo, ma è avvenuto lo scorso sabato, l’avvocato ha spiegato che:  “C’è grande rammarico per quanto accaduto, tuttavia sotto il profilo penale il ragazzo non è punibile poiché non ha ancora compiuto quattordici anni. Quanto all’aspetto economico invece i genitori del ragazzo sosterranno tutte le spese mediche necessarie e risarciranno integralmente i danni subiti dalla bambina”.

 

Sta di fatto che rammarico a parte bisognerebbe imputare maggior responsabilità alle famiglie, fin troppo spesso degli adolescenti con pochissime esperienze si ritrovano a confrontarsi ed a simulare situazioni di vita che non gli appartengono solo perché si è persa (proprio a partire dal nucleo famigliare) l’importanza del maturare seguendo quelle famose “tappe” che in fin dei conti sarebbe meglio non saltare o bruciare.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook