Omicidio Rea: il 22 agosto il riesame – per la prima volta Parolisi parlerà davanti al giudice

di Patrizia Tarli

Fissata per lunedì 22 agosto la data dell’udienza in cui il Tribunale del riesame dell’Aquila deciderà sull’istanza di scarcerazione presentata lo scorso 13 agosto dai legali di Salvatore Parolisi.

Dopo che nei giorni scorsi il giudice per le indagini preliminari di Teramo, Giovanni Cirillo ha convalidato l’arresto per Parolisi motivandolo dietro il presupposto che: “le bugie che ha raccontato, il falso alibi della scomparsa di Melania a Colle San Marco, i tentativi di allontanare le indagini da sé” lo avrebbero convinto “che era colpevole al 90 per cento ” nonostante – prosegue il Gip – “ gli indizi raccolti non ci permettono di affermare con certezza che Parolisi abbia materialmente ucciso la moglie Melania Rea”, gli avvocati difensori del Caporalmaggiore dell’esercito hanno presentato un’istanza di scarcerazione davanti al Tribunale del riesame dell’Aquila.

Il Presidente del Tribunale, Giuseppe Romano Gargarella, ha fissato per le 9:00 del 22 agosto la decisione in merito alla conferma della custodia cautelare in carcere per Parolisi – il Caporalmaggiore dell’esercito, sul quale pende un’accusa di omicidio pluriaggravato nei confronti di Melania Rea, è ormai rinchiuso in carcere dal 20 luglio scorso.

Sarà in quest’occasione che, secondo quanto dichiarato dai suoi legali – Valter Biscotti e Nicodemo Gentile – il Caporalmaggiore rilascerà dichiarazioni spontanee sulla sua innocenza.

Parolisi parlerà per la prima volta davanti al giudice – ricordiamo, infatti, che fin dall’inizio il Caporalmaggiore si è sempre rifiutato di rispondere avvalendosi di tale facoltà sia davanti al Gip di Ascoli Piceno, sia davanti al Gip di Teramo, cui è stato trasferito il caso dopo che è stato accertato che la morte di Melania è avvenuta nel Bosco di Ripe di Civitella ( nel teramano ).

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook