Osimo: nonna sprint condanna ladro dopo 3 anni

Osimo: nonna sprint condanna ladro dopo 3 anni

osimoChi pensa che gli anziani non sappiano farsi rispettare, e ottenere giustizia anche a distanza di anni, significa che non ha avuto modo di conoscere la signora Teresa P., una simpatica nonnina di 87 anni originaria di Agugliano (Ancona). La donna è riuscita a mettere in fuga il ladro, introdottosi in casa sua con la ferma intenzione di derubarla, per poi farlo arrestare tre anni dopo il fatto, con sentenza del tribunale di Osimo. Sembra infatti che in aula, attraverso delle foto segnaletiche, la dolce vecchietta abbia riconosciuto il delinquente, contribuendo così a far condannare un 38enne di Nereto (Teramo), alla pena di tre anni di carcere.

La vicenda risale al 29 novembre del 2010, quando una donna suona al campanello della signora Teresa, domandandole se può entrare, mentre a poca distanza dall’abitazione un uomo attendeva la complice in macchina. La nonnina acconsente alla richiesta, anche se un po’ dubbiosa, poi però si accorge che l’uomo decide di raggiungere la donna, così si dirige verso il garage sul retro gridando aiuto. Immediatamente, la donna fugge rintanandosi all’interno dell’abitacolo dell’auto, seguita con passo deciso dalla signora Teresa, che per tutta risposta cerca di farla uscire strattonandola per un braccio.

Subito dopo, anche l’uomo lascia l’appartamento della nonnina, portandosi via un prezioso cofanetto con dentro i gioielli di famiglia, dimenticandosi però il suo cellulare sul comodino della camera da letto della signora Teresa. Grazie a questa sbadataggine, i carabinieri avviano le ricerche del malvivente, lo individuano, e con la definitiva testimonianza della nonnina resa dopo tre anni, lo condannano a scontare la sua punizione.

di Selene Virdò

26 giugno 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook