Norvegia: bomba a Oslo e sparatoria a Utoya, diversi morti e feriti

di Roberto Mattei

Violentissima esplosione nel centro della capitale norvegese sventra gli uffici governativi e abbatte la sede del giornale VNG Nett

Un’esplosione violentissima ha colpito questo pomeriggio il centro di Oslo, in prossimità del quartiere governativo. Erano circa le 15.20, ora locale, quando un tremendo boato ha scosso la capitale norvegese seminando morte e distruzione. Alle 17.00 in punto la polizia ha confermato trattarsi di una bomba posizionata nella sede del giornale “VG Nett”, vicino agli uffici del premier scandinavo.

Il bilancio delle vittime è al momento di 8 morti, mentre imprecisato sarebbe il numero dei feriti. Tutto il centro cittadino è stato fatto evacuare d’urgenza dagli uomini delle forze dell’ordine e gli abitanti invitati a lasciare la città. Si temono infatti nuove esplosioni. Il palazzo governativo appare come una zona di guerra, completamente danneggiata con le persone portate via dalle squadre di salvataggio. Immediatamente dopo l’esplosione immagini strazianti hanno fatto il giro del mondo, con uomini e donne completamente coperti di sangue, una persona senza vita appesa fuori da una finestra, feriti portati via dalle ambulanze con danni apparentemente molto gravi. Distrutto da cima a fondo l’edificio che ospita la sede del VG Nett. I rottami di un’auto distrutta sono stati rinvenuti nelle adiacenze del palazzo e si teme che l’ordigno possa esser stato nascosto proprio all’interno del veicolo. Il primo ministro Jens Soltenberg, che solo per un fatto fortuito non era negli uffici, parla di una «situazione grave», esasperata anche da una sparatoria al campo estivo dei giovani laburisti (il partito del premier Stoltenberg) a Utoya, a ovest della capitale norvegese, dove ci sarebbero stati diversi morti. Voci anche di una seconda bomba esplosa nel centro cittadino. Al momento nessuno avrebbe rivendicato l’attentato.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook