Attentato a Mumbai: 3 esplosioni e quasi 10 morti

di Federico Cirillo

Massima allerta a Mumbai, dove 3 differenti esplosioni in altrettanti quartieri di New Delhi, hanno seminato paura e morte. Sono, infatti, quasi dieci le vittime dell’attentato, coinciso con la data del compleanno di Mahammad Ajmal Amir Qasab – l’unico terrorista sopravvissuto all’attacco del 2008, dove persero la vita 166 persone e, per questo, condannato all’impiccagione.

Una delle deflagrazioni, secondo le conferme della polizia, è avvenuta nell’aria meridionale di Dadar e, tramite l’emittente locale “Ndtv” si è venuto a conoscenza del numero delle vittime. Le altre due esplosioni si sono registrate nell’affollatissimo quartiere di Zaveri Bazar e all’Opera House. Mumbai torna, quindi, dopo il 2008, ad essere teatro di attacchi terroristici: sembra essere, infatti, proprio la pista del terrorismo quella confermata da alcune fonti del ministero indiano degli interni, citata dalla Bbc e, più precisamente, da parte del gruppo islamico fuorilegge degli “Indian Mujahiddin”, già autori di vari attentati in India. Intanto, l’unità di crisi della Farnesina ha dichiarato di aver già attivato i contatti con il consolato generale di Mumbai.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook