Omicidio Rea – Melania voleva lasciare il marito perché a conoscenza della sua relazione extraconiugale

di Patrizia Tarli

Già nel 2010 Melania Rea aveva scoperto la relazione del marito, Salvatore Parolisi, con Ludovica P., la soldatessa del 235° Reggimento di Ascoli Piceno che da due anni frequentava il Caporalmaggiore – ciò ha dichiarato in un’intervista a chi l’ha visto la migliore amica della 29enne uccisa nel bosco di Ripe di Civitella, Valentina.

Dalle sue parole una ricostruzione dei fatti completamente diversa da quella fornita pochi giorni prima proprio dall’amante di Parolisi – la donna ha riferito che Melania le avrebbe confidato di aver scoperto che il marito aveva una relazione con un’altra donna tramite lo stesso Parolisi, il quale un giorno aveva erroneamente chiamato la Moglie con il cellulare segreto, quello con cui usava chiamare la soldatessa.

Sulla base delle confidenze ricevute da Melania, Valentina ha dichiarato –  “Nel gennaio 2010 Melania aveva scoperto che Salvatore si sentiva con una ragazza. L’aveva saputo perché proprio lui l’aveva chiamata con un altro numero e l’aveva fatto confessare. Poi era riuscita a scoprire il numero di Ludovica e la chiamò per intimarle di lasciare il marito. Minacciò di tagliarle la carriera militare perché conosceva dei pezzi grossi nell’esercito. Ludovica scoppiò a piangere e promise che non avrebbe mai più sentito Salvatore e anche lui giurò che non avrebbe mai più sentito l’amante”

Alla scoperta del tradimento la giovane donna sarebbe esplosa minacciando di tornare a Somma Vesuviana con la bambina – “esplose. Voleva scendere giù, se ne voleva andare con la bambina” – “disse a Salvatore che se ne andava via per sempre, minacciò anche di non fargli vedere più la bambina“- tuttavia, continua Valentina – Il marito la supplicò di perdonarlo minacciando di togliersi la vita e “le fece cambiare idea, tant’è che Melania ricucì il rapporto e rimase ad Ascoli”.

Dichiarazioni, quelle della migliore amica di Melania, che stridono con le parole della soldatessa la quale, viceversa, aveva dichiarato che Melania non era assolutamente a conoscenza della sua relazione con Parolisi e che non avrebbe ricevuto alcuna telefonata di minaccia dalla donna.

Per l’ennesima volta smentita anche la ricostruzione del marito – Parolisi, infatti, una volta venuto a conoscenza del luogo dove era stato ritrovato il corpo della moglie lo scorso 18 aprile, avrebbe detto di essersi appartato nel Bosco di Ripe con la donna pochi giorni prima che venisse uccisa. Secondo Valentina, invece, ciò non può corrispondere a verità in quanto “Melania nei giorni prima di essere uccisa non poteva avere rapporti intimi perché il dottore glielo aveva sconsigliato dopo il piccolo intervento che aveva subito. Secondo me non avrebbe mai avuto un rapporto in strada, come invece ha dichiarato Salvatore. Era una ragazza molto riservata“.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook