‘Ndrangheta: a Roma Maxi-sequestri, tra questi l’Antico Caffé Chigi

di Enrico Ferdinandi

Roma. L’antico Caffè Chigi si trova in piazza Colonna, a poche decine di metri da Parlamento, non è solo un bar ma un punto di ritrovo per funzionari e forze dell’ordine che ogni mattina lavorano a Palazzo Chigi. Questa mattina gli Agenti del Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia hanno sequestrato proprio quel locale. Il motivo?

Il sequestro farebbe parte di un’operazione contra la ’ndrangheta, il locale farebbe parte di uno dei beni riconducibili alla ‘ndrina dei Gallico di Palmi. Dopo lunghi accertamenti ed indagini la Procura antimafia ha individuato i sofisticati sistemi finanziari con i quali la ‘ndrangheta gestiva il suo patrimonio. Arrivare a capire quali fossero i personaggi coinvolti non è stato facile in quanto avevano usato un meccanismo societario chiamato “trust” che garantisce vantaggi fiscali e l’anonimato, rendendo così difficile capire di chi sia la proprietà di un locale o di una attività. Oltre al bar sono stati sequestrati beni di altre 18 società (un valore di 20 milioni di euro), compresa una villa con piscina fuori Roma, a Formello. Oltre 150 gli arresti.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook