Egitto: scontri al Cairo in piazza Tahrir, 14 feriti

di Enrico Ferdinandi

Continuano gli scontri in Egitto ed a farne le spese sono ancora una volta i manifestanti che da mesi cercano di far sentire la loro voce. Le forze di sicurezza egiziane per contrastarli hanno lanciato gas lacrimogeni su 3.000 manifestanti al Cairo. È successo ieri sera quando nei pressi del ministero dell’Interno la situazione stava cominciando a diventare molto calda a causa della manifestazione indetta dai familiari delle oltre 840 persone rimaste uccise durante la rivolta avvenuta nel mese di febbraio.

A riferire la notizia il quotidiano web di Al Jazeera che ha comunicato che sarebbero rimaste ferite al momento circa 14 persone, delle quale una in gravi condizioni. Anche 26 agenti di polizia sarebbero rimasti feriti. Secondo testimonianze rilasciate al quotidiano, i manifestanti chiedono la caduta del maresciallo di campo Hussein Tantawi, capo del Consiglio Supremo delle Forze Armate che subentrò a Mubarak dopo la rivolta di febbraio. Sembrano cambiate poco le cose quindi in Egitto ed in questo momento circa un migliaio di manifestanti stanno protestando sulla grande piazza al centro del Cairo, chiedendo a gran voce proprio le dimissioni di Tantawi che nel frattempo ha diffuso un comunicato per condannare gli incidenti.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook