Milano, uccide la ragazza e suo fratello per un “Gioco erotico”

di Enrico Ferdinandi

Un gioco erotico, questo il movente del duplice omicidio avvenuto nel milanese. Le vittime sono fratello e sorella mentre l’assassino è il ragazzo della giovane che è stata ritrovata nel suo appartamento nuda e senza vita con le mani legate dietro la testa. Il fratello invece è stato ritrovato da un dipendente della nettezza urbana, era avvolto in un lenzuolo dietro un cassonetto con venti coltellate nell’addome Siamo nella provincia milanese a Rho. Il fidanzato della vittima Riccardo B. avrebbe confessato il delitto ed ora si troverebbe in stato di fermo negli uffici della Questura.

Secondo quanto dichiarato alla polizia, Riccardo la scorsa notte si trovava nell’abitazione della sua ragazza, lì sarebbe successo qualcosa che avrebbe scatenato la furia omicida del ragazzo, forse, secondo indiscrezioni un gioco erotico. Il decesso della giovane sarebbe avvenuto per soffocamento, con un sacchetto di plastica.

 

Il compagno della ragazza si sarebbe presentato al commissariato intorno alle due di notte, accompagnato dai genitori, con una ferita d’arma da taglio sulla gamba destra e confuso. In un primo momento avrebbe raccontato di aver trascorso la serata con la vittima, con cui aveva una relazione saltuaria, e aver dormito nel suo appartamento, dove poi l’aveva trovata morta.

Qualche ora dopo i dipendenti della nettezza urbana di Rho, provincia nord ovest di Milano, hanno chiamato i carabinieri dicendo di aver trovato un cadavere vicino a un cassonetto in via Tommaso D’Aquino.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook