La città incantata. Il coraggio della piccola Chihiro di Miyazaki

La città incantata. Il coraggio della piccola Chihiro di Miyazaki

#iorestoacasa è l’hashtag che da giorni costella le nostre giornate, il monito che il governo e gli italiani ripetono quotidianamente. Cosa fare tra le mura domestiche? Tante le opzioni al riguardo: leggere, pulire, studiare, dormire, ma anche guardare un buon film.

Le piattaforme digitali che si occupano della distribuzione di film, serie tv e altri contenuti a pagamento in questi giorni stanno infatti vivendo un proliferarsi di abbonati che hanno deciso di trascorrere in compagnia di un prodotto cinematografico il proprio isolamento. Ma, nella vasta gamma di proposte, quale scegliere?

A partire da oggi vi consiglieremo alcuni film che potranno tenervi compagnia in questi giorni impegnativi. Il primo è un film di animazione del regista giapponese Hayao Miyazaki, il cui nome è strettamente legato allo Studio Ghibli, da lui fondato nel 1985 insieme al collega e maestro Isao Takahata. Come ormai sapranno gli utenti Netflix, ben sette capolavori dello Studio Ghibli sono disponibili nel catalogo della piattaforma streaming, tra cui La città incantata (2001).

Le tematiche de La città incantata

hayao-miyazakiAmbientato in uno stabilimento termale che al maestro Miyazaki rievoca ricordi d’infanzia, La città incantata è forse il suo capolavoro, con il quale vinse l’Oscar per il miglior film di animazione nel 2003. Liberamente ispirato al romanzo Il meraviglioso paese oltre la nebbia di Sachiko Kashiwaba, il film ottenne un successo senza precedenti in Giappone, superando gli incassi del Titanic ai box-office.

Le avventure della piccola Chihiro, il suo rapporto con Haku e la continua lotta tra bene e male sono al centro del film, in cui amore e amicizia si intrecciano a pieno e vincono anche sul dio denaro. I soldi rendono felici? No, l’oro che il personaggio Senza-Volto regala alle terme non è infatti fonte di felicità.

I temi della crescita e della maturità attraversano tutta la trama, raccontando il percorso formativo della piccola protagonista che nel mondo degli spiriti perde il nome di Chihiro e diventa Sen. Qui iniziano le difficoltà, è costretta ad affrontare la vita da sola e ad abbandonare l’età infantile, lavorando nello stabilimento termale e superando i propri limiti, per poter poi liberare dall’incantesimo i propri genitori.

Una costante dei lavori di Miyazaki è la lotta contro l’inquinamento. Ne La città incantata uno “spirito del cattivo odore” arriva infatti alle terme di Yubaba ed è la piccola Chihiro a doversi occupare della situazione, ripulendo il fiume inquinato e dando di nuovo sollievo all’ospite.

I personaggi principali

Accanto a lei durante tutto il percorso evolutivo c’è il ragazzo-drago Haku, una delle poche certezze di Chihiro. Incontrato all’arrivo nel mondo degli spiriti, il ragazzo aiuta la piccola a inserirsi nella città e a non dimenticare il proprio nome, per poi poterlo recuperare quando avrà salvato i genitori. Grazie a lui, Chihiro scopre la forza dell’amore. È infatti lei a salvargli la vita e a rivelargli il suo vero nome, permettendogli così di riacquistare la propria identità e di tornare a essere lo spirito del fiume Kohaku.

chihiro e hakuHaku è il fedele tirapiedi della severa Yubaba, strega proprietaria dello stabilimento termale. La donna incarna la vita frenetica e lavorativa, in contrapposizione con la gemella Zeniba, che ne è la versione domestica e mite. Infine, emblematico è il personaggio del Senza-Volto, spirito che trova in Sen una persona di cui fidarsi e la segue ovunque, con l’unico intento di renderla felice. Si infuria e diventa aggressivo infatti quando non si sente ricambiato dall’amica, ma torna calmo nel momento in cui la piccola lo invita a seguirla nel suo viaggio.

Chihiro è un’eroina, un esempio del coraggio femminile che caratterizza molti dei film di animazione dello Studio Ghibli. Sono infatti le donne a riparare l’aereo in Porco Rosso, sono sempre loro a lavorare nella fornace ne La principessa Mononoke e sono ancora loro i personaggi centrali in Kiki consegne a domicilio. Donne: figure forti che lavorano, che ricoprono ruoli importanti, che si dedicano all’arte e al combattimento, che trovano in sé il coraggio di affrontare i pericoli e le avversità.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook