PIRATI DEI CARAIBI – LA VENDETTA DI SALZAR | I morti non raccontano storie

PIRATI DEI CARAIBI – LA VENDETTA DI SALZAR | I morti non raccontano storie

Il gioco degli effetti speciali si fa sempre più elaborato e l’esperienza sempre travolgente, il quinto capitolo della saga dei Pirati dei Caraibi, La vendetta di Salazar, è senza dubbio un film esaltante. I sorprendenti risultati della computer grafica che ci hanno stupito nei precedenti film non mancano, anzi sovrabbondano. Con buona pace della storia però, che ha più che altro il pregio di costituire l’occasione per realizzare scene sbalorditive e dialoghi spassosi. Il mito non è morto dunque nonostante non racconti nulla di nuovo.

Tutto sommato questi ultimi Pirati raccontati dai registi Joachim Rønning ed Espen Sandberg non sembrano aggiungere nulla di nuovo o di particolarmente originale a quanto detto nei precedenti episodi. Tuttavia sequenze mozzafiato e battute di spirito riempiono quasi ogni scena e il ritorno sul grande schermo di Jack Sparrow, nonostante il suo perenne stato di ebbrezza, non delude nemmeno questa volta.

Jonny Deep resta il pirata intrigante, irriverente e divertente che abbiamo imparato a conoscere. Il suo Jack si conferma icona di stolida furbizia in cui gli opposti convivono: egoista ma generoso, approfittatore ma altruista, sciocco ma sapiente, spregevole ma eccezionale; soprattutto però sempre assolutamente imprevedibile. La quinta edizione dei Pirati dei Caraibi punta in effetti tutto su di lui e il personaggio, sorretto da un ingente dispiegamento di mezzi grafici, scenografici, di trucco e costumi e da un esercito di comparse, regge la prova.

Questa volta Jack deve affrontare un nuovo nemico, il capitano Armando Salazar (Javier Bardem), mentre la sua storica nemesi, Capitan Barbossa (Geoffrey Rush), è alle prese con affetti per lui del tutto nuovi e inusuali. In Pirati dei caraibi – La vendetta di Salzar, tutto parte da interessi personali, speranze e rancori passati mai sopiti che fanno intrecciare tra loro storie e vicende di ciascuno dei personaggi principali. Henry Turner (Brenton Thwaites), figlio di Will Turner (Orlando Bloom), il capitano dell’Olandese Volante, e della bella Elizabeth Swann (Keira Knightley), desidera a tutti i costi liberare il padre dalla maledizione che lo condanna. Carina Smyth (Kaya Scodelario), un’affascinante e giovane astronoma condannata per stregoneria, spera di riuscire a risolvere un mistero che la accompagna sin da quando suo padre la abbandonò in un orfanotrofio. Armando Salazar, capitano della Silent Mary, è un terrificante fantasma spagnolo con un unico scopo: vendicarsi del suo più grande nemico: Jack Sparrow. Hector Barbossa (Geoffrey Rush) invece, divenuto ormai capitano di una grande flotta che domina i mari dei Caraibi, non vuole altro che salvare e difendere le sue ricchezze e il suo potere dagli attacchi dell’evanescente equipaggio del capitano Salalzar. Ciascuno di loro, per un motivo o per l’altro, ha bisogno di due oggetti magici fondamentali per portare a compimento la propria impresa: il Tridente di Poseidone, perduto negli abissi, e la famosa bussola di Jack Sparrow.

La folle, ambigua e falsa meschinità piratesca di Jack si rivela anche questa volta una facciata dietro la quale si nasconde l’ambiguo antieroe che intuisce le buone intenzioni e riesce farle prevalere su quelle cattive. Tirato da una parte e dall’altra Jack riesce come sempre a mettere insieme gli interessi di tutti per salvarsi la pelle e al tempo stesso aiutare ogni personaggio. Nonostante e attraverso il suo estremo e cinico individualismo in realtà anche gli altri trovano il proprio beneficio.

Vero traino della storia di Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salzar è l’amore che lega genitore e figlio. La giovane e nuova coppia composta da Henry Turner e Carina Smyth agisce spinta dal desiderio di portare a compimento una missione che riguarda principalmente i loro rispettivi padri. La vera sorpresa la riserverà il padre di Carina il quale sarà lui stesso sorpreso e pervaso da un amore profondo e orgoglioso verso la figlia.

PIRATI DEI CARAIBI – LA VENDETTA DI SALZAR | Scheda tecnica

VOTO: 7/10

TITOLO: Pirates of the Caribbean: Dead Men Tell No Tales

USCITA: 26 maggio 2017

REGIA: Joachim Rønning, Espen Sandberg

SCENEGGIATURA: Jeff Nathanson

DURATA: 129′

GENERE: avventura, fantasy, commedia

ANNO: 2017

PAESE: USA

CASA DI PRODUZIONE:Walt Disney Pictures, Jerry Bruckheimer Films

DISTRIBUZIONE (ITALIA): Walt Disney Studios Motion Pictures

FOTOGRAFIA: Paul Cameron

MUSICHE: Geoff Zanelli

EFFETTI SPECIALI: Gary Bronzenich

CAST ARTISTICO: Johnny Depp, Javier Bardem, Brenton Thwaites, Kaya Scodelario, Kevin McNally, Geoffrey Rush, Orlando Bloom, Keira Knightley e con la partecipazione di Keith Richards

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook