A Pasquetta, scampagnata popolare a Chiaiano per dire ancora no alla Camorra.

A Pasquetta, scampagnata popolare a Chiaiano per dire ancora no alla Camorra.

Anche quest’anno nel giorno di Pasquetta a Chiaiano, quartiere della periferia nord di Napoli, in via Tirone 13, è prevista la consueta scampagnata nell’area di terreno confiscato dalla Camorra. Nell’occasione nel quartiere arriveranno dal centro cittadino e da altri comuni limitrofi del capoluogo partenopeo gruppi di giovani con zainetti sulle spalle per trascorrere una mezza giornata o poco di più tra pescheti in fiore e i numerosi vigneti di uva falanchina di ottima qualità.

Il terreno, una volta confiscato, venne inaugurato nel 2012 davanti all’ ex capo Procuratore Giandomenico Lepore, sempre in prima fila nella lotta alla Camorra. Da allora, questo pezzo di terra, porta il nome di Amato Lamberti, il famoso sociologo deceduto anni fa e che fu anche grande amico di Giancarlo Siani, il giornalista napoletano ucciso anni fa, e sotto casa, dal clan Nuvoletta, mentre parcheggiava la sua auto in piazza Leonardi al Vomero.

Oggi, a distanza di anni, precisamente pochi mesi fa, il terreno è stato bersaglio di sfregi, minacce, tanto che ignoti  hanno portato via addirittura una cinquantina di alberelli di ciliegio e rubate, in seguito, perfino attrezzature agricole per arare il terreno. Attualmente i responsabili, nonostante le indagini della polizia, non sono stati ancora individuati. Nella zona, comunque, si vive nella paura, tanto che si susseguono gli avvertimenti di persone senza scrupolo.

La Cooperativa sociale R(esistenza) Anticamorra che opera sul territorio, non intende comunque mollare ed ecco quindi che per lunedì in albis ha organizzato questa grande scampagnata, alla quale dovrebbe partecipare, come lo scorso anno, anche il sindaco insieme alla sua consorte per vivere, con canti e balli, una giornata particolare.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook